Quali sono i mestieri del futuro? Niente tecnologia o web, a quanto pare, ma una ricca serie di professioni assolutamente originali e di sicuro non inflazionate che hanno un denominatore comune: la natura.

Coloro che aspirano a intraprendere una professione innovativa, poco diffusa e anche redditizia, infatti, non devono fare altro che dare un’occhiata alle varie e inedite idee imprenditoriali presentate nel corso dell’Assemblea Nazionale della Coldiretti, riunite nel salone dedicato ai “valori della nuova manualità”.

Dalla natura, e dalla campagna, arrivano quindi nuove opportunità occupazionali pensate per chi è dotato di estro creativo e ha voglia di cimentarsi in qualcosa di nuovo, imparando un mestiere senza dubbio poco diffuso. Di cosa si tratta? Pensiamo alla gestione di un Agriwellness, ad esempio, che unisce i benefici dell’agriturismo a quelli provenienti dai trattamenti wellness, offrendo la possibilità di rilassarsi in vacanza mantenendosi in forma allo stesso tempo.

Ancora più bizzarra è la professione dell’organizzatore di Butterfly Weddings, moda che dagli USA si sta diffondendo anche nella penisola: allevare farfalle al fine di creare variopinti voli durante i matrimoni, nuovo trend delle nozze contemporanee.

E ancora, perché non occuparsi di allevare struzzi per produrre le celebri piume da usare nel Burlesque? Queste sono solo alcune delle nuove esperienze di imprenditoria che arrivano dalla natura, facendo concorrenza ai trend professionali stilati poco tempo fa dall’Osservatorio Settoriale di Gi Group. Ecco come la Coldiretti ha commentato questa evoluzione del lavoro nel settore dell’agricoltura.

“Si tratta di brillanti idee innovative che fanno ritorno all’economia reale offrendo non solo soddisfazioni per chi le mette in pratica ma creando anche ulteriore forza lavoro e rappresentando una nuova fonte di reddito.”