È un progetto mirato ad aprire un dialogo fra anziani e bambini, affinché la memoria delle vecchie generazioni possa servire alle nuove. Affinché i ragazzi delle scuole possano dialogare con gli ospiti delle Rsa e fare anche laboratori teatrali e altro per un dialogo attivo fra le scuole e le case di riposo nelle province di Milano, Varese e Pavia.

Questi i contenuti principali del Progetto ”Età dell’Oro” pensato da Regione Lombardia. L’iniziativa prevede che i bambini delle scuole primarie incontrino gli anziani ospitati nelle Rsa, svolgendo con loro diverse attività: spettacoli teatrali, la realizzazione di video box e laboratori pittorici e aaltro ancora

L’obiettivo è quello di uno scambio di esperienze, di un passaggio generazionale attraverso la cultura, la crescita reciproca, l’esplorazione continua che parte da una base teatrale-pedagogica per arrivare ad un sistema di relazioni con nuovi media: reti, trasmissioni, piattaforme video e community. Attraverso il video box, si arriverà a raccogliere racconti, memorie e testimonianze vive, che gli anziani lasceranno in dote ai bambini delle scuole primarie.

Dopo la positiva esperienza realizzata all’interno della fondazione Cardinale Gusmini di Vertova (Bg) con l’istituto comprensivo di Vertova e quello di Sant’Angela di Fiorano al Serio (Bg), gli organizzatori di ‘Età dell’Oro’ hanno deciso di estendere il progetto ad altri istituti. In particolare, il 24 aprile, i ragazzi dell’istituto comprensivo Scialoia di Milano saranno alla Residenza Ippocrate nel capoluogo lombardo.

Sempre a Milano, l’11 e 12 maggio, gli studenti dell’Istituto Comprensivo Vittorio Locchi saranno alla Fondazione Don Carlo Gnocchi in via Girola. Il 18 maggio toccherà a Varese: i ragazzi dell’Istituto Comprensivo Varese2 ‘Pellico’ saranno negli spazi della Casa di riposo Maria Immacolata. Ancora da definire la tappa pavese di fine maggio quando gli studenti dell’Istituto comprensivo di Rivanazzano Terme (Pv), si recheranno nella Residenza Le Torri a Retorbido (PV).

Attraverso il link www.etadelloro.it si accede ad una community web personalizzata che rende interattivo il rapporto tra famiglia, istituzioni, giovani, anziani. Un contenitore multimediale che informa gli anziani su tematiche di interesse comune: alimentazione, stili di vita, strutture e modalità di accesso.

”Credo che il simbolo di questo progetto sia quello di andare oltre alla perdita del patrimonio, conservare tante piccole biblioteche che siano la memoria della nostra storia passata e ci facciano ricordare i nostri anziani, non come un fardello che è pesato negli ultimi anni, ma come un importante contributo che hanno dato nella loro vita alla società nella quale viviamo. Solo recependo questo, con l’ausilio di Asl e privati, possiamo ricreare un pezzo di socialità”, ha detto l’assessore regionale alla Famiglia, Conciliazione, Integrazione e solidarietà sociale, Giulio Boscagli, nel corso della presentazione del Progetto a Palazzo Pirelli.