In mezzo alle tensioni che avviluppano intere generazioni, scese in piazza sotto il vessillo degli Indignati, una notizia positiva ci voleva proprio. Protagonisti due fidanzati americani, divenuti celebri grazie a un filmato di pochi minuti che spopola sul Web.

La popolarità dei due giovani è dovuta al fatto che nel bel mezzo del corteo denominato Occupy Wall Street, il ragazzo ha deciso, a sorpresa, di chiedere la mano della sua fidanzata. Lui, camicia rossa e capelli lunghi, lei capelli raccolti e abbigliamento comodo, sono stati così immortalati nel momento clou di ogni {#coppia}. Tutta la gente, riunita attorno ai due fidanzati, si è stretta in cerchio per ascoltare le parole pronunciate dal Romeo statunitense, che in ginocchio ha terminato la sua dichiarazione con la fatidica domanda:

«Deb, will you occupy my life?».

Deb non ci ha pensato due volte e ha urlato “Yes!”, mentre intorno si sprecavano i cori di giubilo degli altri partecipanti e soprattutto dei giornalisti che avranno pensato di trovarsi finalmente dinanzi a qualcosa di cui parlare.

Non c’è che dire, l’avvenimento è senz’altro romantico e, come auspicato dal futuro sposo, resterà incastonato in questo importante momento storico.  Sarebbe carino sapere che cosa ha pensato la povera Deb, che magari sognava una proposta di matrimonio ben diversa: con abiti più eleganti, capelli meglio acconciati, un trucco sapiente, un po’ di privacy e soprattutto la doccia appena fatta. Infatti basta osservarla durante i primi istanti della dichiarazione, per leggere sul suo volto l’affannosa ricerca di una via di fuga per sottrarsi agli sguardi della folla.

Quanto a lui, all’inizio più che uno innamorato alla follia della sua donna, sembra uno dei tanti predicatori che dominano sui canali televisivi americani. Comunque, alla fine i due si abbracciano e si giurano amore eterno. Dopo aver visto Roma messa a ferro e fuoco dai black bloc, sapere che negli Stati Uniti c’è una coppia che si ama e che vuole stare insieme per sempre è rincuorante. Questione di corsi e ricorsi storici: mettete dei fiori nei vostri cannoni.

Fonte:  Giornalettismo