Il prurito intimo in gravidanza è uno dei sintomi di alcune infezioni tipiche di questo stato, come la candida, l’herpes o la vaginite batterica. Bisogna subito contattare il proprio ginecologo e sottoporsi a una visita approfondita per far si che possa essere consigliato il rimedio da utilizzare.

Possono essere particolarmente efficaci anche tisane di Malva, che hanno un ottimo potere antinfiammatorio, gli infusi a base di gramigna, che andranno bevuti ogni sera dopo i pasti, la tintura di solidago, un potente antibatterico che si assume in gocce prima dei pasti.

Galleria di immagini: Creme da usare in gravidanza: la nuova gamma di Lush, le foto