Psoriasi e alimentazione: sebbene questa malattia della pelle, ancora misteriosa per molti versi, non si possa prevenire cambiando la propria alimentazione, è stato recentemente dimostrato come lo stile di vita e la dieta possano limitare molto le fastidiose manifestazioni e controllare alcuni sintomi.

È quanto emerso da un recente confronto tra studiosi e ricercatori avvenuto in un convegno presso la Scuola della Psoriasi dell’università Federico II di Napoli: i rapporti tra psoriasi e alimentazione sono stretti, e se è vero che non c’è un rapporto causa-effetto tra l’alimentazione e la comparsa della malattia, è altrettanto vero che un’alimentazione sana è fondamentale per evitare peggioramenti della situazione.

Le origini della psoriasi non sono ancora chiare al 100%, tuttavia quelle più accreditate fanno riferimento alla genetica, che permetterebbe a un individuo di essere più predisposto di un altro. Si aggiungono poi fattori di rischio come lo stress, lo stile di vita, la presenza di infiammazione nei tessuti e altri fattori ambientali come per esempio l’alimentazione stessa.

Una dieta equilibrata, del resto, consentirebbe a chi ha la psoriasi sia di ridurre lo stato infiammatorio in cui la psoriasi prolifera, sia di ridurre il peso, controllando così le tante malattie metaboliche correlate alla psoriasi, come i disturbi cardiovascolari, il diabete, l’ipercolesterolemia.

Vediamo, allora, la dieta da seguire in caso di psoriasi, con i cibi da evitare e quelli da preferire.

Psoriasi: i cibi da evitare

In generale, i cibi da evitare in caso di psoriasi sono quelli ricchi di sostanze che aumentano l’infiammazione dei tessuti o comunque ricchi di grassi saturi.

Meglio limitare molto il consumo di caffè, alcolici, cioccolato e dolci, specialmente di origine industriale, fritti e formaggi stagionati.

Psoriasi: i cibi da preferire

La dieta da preferire in caso di psoriasi è senz’altro la dieta mediterranea, caratterizzata dalla presenza di frutta e verdura di stagione, proteine magre e olio d’oliva per condire i piatti.

Via libera, dunque, al pesce, ricco di Omega 3 perfetti per ridurre l’infiammazione dei tessuti, alle verdure, meglio se consumate crude o cotte con sistemi semplici come il vapore e poi condite con olio extravergine d’oliva a crudo, alla carne bianca, alla frutta (su tutti i frutti di bosco sono l’ideale per ridurre l’infiammazione).

Importante anche l’acqua: bisogna berne almeno un litro e mezzo al giorno, per ridurre la secchezza della pelle che le lesioni squamose tipiche della psoriasi provocano.