E’ tempo di finirla con la finta bellezza, è ora di tornare un po’ alla normalità e apprezzare in maniera più effettiva la natura.

Con lo slogan «torniamo alla realtà» il parlamento inglese risponde alla pubblicità ritoccata al digitale.

Sono ben due gli spot ritenuti troppo «risistemati» dell’attrice Julia Roberts e della supermodella Christy Turlington ritirati dalle copertine patinate dei settimanali britannici.

Troppo Photoshop per le due bellissime, tra le altre cose senza alcun apparente motivo visto la naturale bellezza delle due donne.

Le due pubblicità ‘incriminate’ ritraevano il premio oscar Julia Roberts intenta ad invitare a provare un fondotinta del marchio Lancôme presentato come «creatore naturale di luce».

Il suo volto liscio, luminoso e senza macchie, nonostante i suoi 43 anni, promette «di ricreare l’ effetto di una pelle perfetta».

La modella quarantaduenne Christy Turlington, invece, promuove un cosmetico antinvecchiamento della Maybelline.

L’invito è quello di riflettere: siamo alla costante ricerca di una perfezione inarrivabile, una perfezione costruita artificialmente che viene spacciata per effetto miracoloso di un prodotto.

Non è un caso che le ultime tendenze vogliono un ritorno alla bellezza reale: le campagne pubblicitarie realizzate “al naturale” hanno sempre maggior successo.

Le donne aspirano ad essere belle, ma un conto è piacersi, un conto imporsi modelli che in natura decisamente non esistono.

Bellezza, Julia Robert. Christy Turlington, Lancome, Maybelline