La pulizia del viso è determinante per avere una pelle bella, sana e giovane. Spesso viene messa in secondo piano rispetto alla usuale beauty routine, ma avere degli accorgimenti per questa fase è fondamentale.

Ci sono molti errori che vengono compiuti senza nemmeno accorgersene. Ecco i più comuni errori che andrebbero evitati nella pulizia del viso.

  • Mani pulite: sembra un’ovvietà, ma prima di toccare il viso, per qualunque cosa, bisogna assicurarsi di avere le mani pulite. I batteri presenti, soprattutto sulle dite, sono il primo nemico della pelle sana. Lavare le mani con un sapone neutro è, dunque, la prima cosa da fare.
  • Capire la propria tipologia di pelle: non tutte le pelli sono uguali così come non tutti i prodotti in commercio vanno bene per tutte le pelli. Prima di acquistare, e soprattutto prima di usare, un qualunque prodotto per pulire il viso, bisogna assicurarsi che sia idoneo alle proprie caratteristiche. Creme troppo grasse, detergenti troppo aggressivi o lozioni troppo astringenti potrebbero creare un effetto negativo, a volte addirittura opposto a quello desiderato.
  • Panni e dischetti: i panni in microfibra ed i dischetti in cotone sono essenziali per una corretta pulizia del viso. Questi, per poter svolgere al meglio la loro funzione, devono essere nella miglior forma possibile. Dopo ogni utilizzo assicuratevi di sciacquare il vostro panno con del sapone delicato per eliminare tutte le impurità. Anche la grana del panno deve avere un po’ di attenzione da parte vostra. Non dovrà mai essere troppo abrasiva altrimenti l’effetto che avrete sarà quello di un’esfoliazione troppo aggressiva.
  • Acqua: l’acqua è amica della pelle, ma non tutte lo sono. Le acque troppo calcaree, pesanti e ruvide sono molto invasive. Per avere una pelle detersa e pulita dovrete utilizzare dell’acqua micellare o dell’acqua spray al posto della solita acqua del rubinetto.
  • Calore: anche il calore può essere un nemico. Per una perfetta pulizia del viso assicuratevi di usare un vapore a temperature non troppo alte. Dilatare i pori va bene ma un eccesso di calore potrebbe rendere i capillari più delicati, o addirittura romperne qualcuno.