J.J. Abrams riuscirà a produrre una nuova serie al livello di “Lost”? Dopo la recente cancellazione della sua più recente creazione, le spie molto glamour ma poco convincenti di “Undercovers”, il genietto del mondo dei telefilm sta preparando un nuovo pilot dal titolo molto significativo: “Pulp“.

Dopo successi come “Lost“, “Alias”, “Felicity” e “Fringe” (ma anche flop come “Six Degrees” e “A proposito di Brian”), Abrams ha quindi in cantiere una nuova serie crime ambientata in una realtà leggermente modificata.

Come indica già esplicitamente il titolo del futuro show, l’influenza principale sarà proprio “Pulp Fiction“, il film capolavoro del 1994 girato da Quentin Tarantino; la serie prodotta da Abrams è stata creata e sceneggiata da Monica Breen e Alison Schapker, che hanno già collaborato con Abrams in alcuni episodi di “Lost”, “Alias” e “Fringe”, ed è attualmente proposta a vari network americani in cerca di una sua sistemazione nel palinsesto dei prossimi mesi.

A giugno intanto J.J. Abrams approderà nei cinema americani con il suo nuovo film di fantascienza “Super 8“, mentre tra i suoi numerosi progetti televisivi oltre a “Pulp” ha in programma anche “Alcatraz”, annunciato in arrivo su Fox il prossimo autunno, “Odd Jobs“, una nuova serie di NBC con protagonisti i due volti noti di “Lost” Terry O’Quinn e Michael Emerson e, infine, un progetto ancora top-secret scritto insieme a Jonathan Nolan, sceneggiatore de “Il cavaliere oscuro” nonché fratello del regista di “Inception” Christopher Nolan.

Un sacco di nuovi progetti in ballo quindi per Abrams e un futuro per lui che si preannuncia molto avvincente e pulp.