Una pelle perfetta è ciò a cui aspiriamo tutte, un viso luminoso, setoso e una cute morbida e principalmente sana; ma non sempre è così facile.

I punti neri, in particolare, sono recidivi: ogni nostro sforzo può risultare vano. Puntualmente, a distanza di tempo, gli antiestetici puntini tendono a ripresentarsi sulla nostra pelle e sulla famigerata zona T. Certamente una cattiva alimentazione, ricca di grassi e zucchero, il fumo e lo smog possono incidere negativamente sul risultato. Ma anche gli ormoni sono responsabili in particolare durante la crescita, stimolando le ghiandole sebacee.

Galleria di immagini: Punti neri

I punti neri, conosciuti come comedoni, sono sostanzialmente masse oleose contenenti sebo, cheratina e talvolta microrganismi, che si accumulano all’interno dei follicoli piliferi dilatati. Sono vere e proprie impurità di sebo che se infiammate si trasformano in brufoli. Per questo pulire la pelle quotidianamente, senza aggredirla, è la regola migliore per un buon risultato, scegliendo i prodotti con cura. Certo andare anche dall’estetista aiuta, ma non sempre è possibile.

Allora perché non preparare qualche soluzione casalinga che sia economica e al contempo efficace? Intanto è buona usanza struccarsi accuratamente e in profondità con un buon latte detergente, quindi risciacquare la pelle con acqua fredda. Poi, almeno due volte a settimana, potete esporre il vostro viso al vapore caldo per una mini sauna casalinga, esattamente come accade dall’estetista. Basterà scaldare 2 litri d’acqua in una pentola, magari a scelta con l’aggiunta di qualche foglia secca di alloro e ortica, quindi esporre il viso al vapore coprendo la testa con un asciugamano. Sopportate l’effetto per 10 minuti in modo che i vostri pori si dilatino e puliscano; per completare potete schiacciare con delicatezza, e con le dita avvolte in due garze pulite, solo i punti più in evidenza. Non insistete troppo per non infiammare il volto, quindi ripulite con acqua fresca.

Scrub e peeling potrebbero favorire la pulizia in profondità, ma anche una lozione e un tonico astringente aiutano la depurazione della pelle. Per preparare una mousse vi basterà montare a neve l’albume di un uovo e aggiungervi qualche goccia di limone, che è particolarmente astringente. Mescolate accuratamente e stendete sul viso pulito, lasciando in posa per 10 minuti.

Un’altra tecnica molto efficace per la depurazione settimanale è la maschera all’argilla, la si può trovare già pronta in erboristeria oppure si può creare un impasto morbido mescolando argilla in polvere con mezzo bicchiere di acqua tiepida e mezzo limone spremuto. Miscelate con cura realizzando un composto cremoso quindi applicatelo sulla zona T del vostro visto (fronte, naso e mento) e lasciate in posa 30 minuti. Eliminate l’argilla secca con una spugna umida e risciacquate abbondantemente con acqua.

Il bicarbonato di sodio è utilissimo per smacchiare ed esfoliare la pelle del viso, eliminando le cellule morte ed il sebo che ostruiscono i pori. Basterà mescolarlo con poca acqua per ottenere una pasta morbida, quindi applicarla sul viso e massaggiare con delicatezza per 15/20 secondi. Risciacquate abbondantemente e tamponare leggermente con un asciugamano pulito.

L’aceto di mele e il succo di limone sono tonici naturali che potete utilizzare per uccidere i batteri che intossicano la cute, ristabilendo il PH naturale. Diluite una parte di aceto in otto di acqua e tamponate con un batuffolo di cotone sulla pelle pulita e asciutta.

Un altro tipo di maschera è composta dalla farina di avena, utilissima per assorbire il sebo in eccesso sulla pelle ed eliminare le impurità. Lasciate cuocere un po’ di farina in acqua, quindi fate raffreddare e massaggiatela sulla pelle pulita. Lasciate in posa sul viso per 5 minuti quindi risciacquate.

Invece un antico rimedio cinese si avvale della presenza del riso: strofinate per qualche minuto la parte interessata con alcuni chicchi di di riso bollito (senza sale). I primi risultati si noteranno nel giro di pochi giorni.

Dopo aver pulito e depurato la pelle stendete sempre un velo di crema idratante sulla cute per nutrirla e tonificarla.

Le soluzioni per una pelle pulita sono tante e tutte facili da realizzare, prima di tutto cibarsi in modo corretto favorirà a livello digestivo la depurazione dai grassi. I cibi migliori per questo procedimento sono come sempre la frutta e la verdura, oltre ad un’alimentazione sana e non grassa, ma tra tutti privilegiate il cetriolo, la lattuga, le carote, il lievito di birra, il carbone attivo in pillole ed il limone. Prima di testate sul viso queste maschere provatele sul vostro braccio, in modo da constatare se siete allergici a qualche componente.