È possibile dare una spiegazione scientifica a quello che tutti definiscono “miracolo“? Ci stano provando i RIS di Messina, analizzando un particolare quadro raffigurante la Madonna con bambino che ha una caratteristica davvero speciale: piange e versa lacrime di sangue.

Inizialmente il quadro si trovava nella camera da letto di una coppia di Licata, acquistato nel periodo di ferragosto. Pochi giorni dopo averla appesa alla parete, la raffigurazione della Madonna ha cominciato a “piangere” bagnando la tela. Si è subito gridato al miracolo e la casa della coppia era già meta di pellegrinaggio.

Galleria di immagini: Quadro Madonna che piange

A quel punto è stato necessario informare il parroco don Tonino Licata, che però afferma di non ha mai visto piangere la Madonna del quadro:

“Non ho visto lacrimare la Madonna, ma in effetti passando la mano ho sentito che il quadro era bagnato. Ho anche verificato che dietro non ci fossero meccanismi tali da far pensare a un trucco”

Non riuscendo a dare una spiegazione al fenomeno, don Tonino ha avvisato immediatamente Francesco Montenegro, il vescovo di Agrigento, che invece di sfruttare l’accaduto per invogliare i fedeli a pregare ha voluto accertarsi che si trattasse di un vero miracolo. E chi è in grado di studiare un miracolo se non il RIS dei Carabinieri?

Il comandante del RIS Sergio Schiavone ammette che non gli era mai capitata una richiesta tanto particolare. Le operazioni da eseguire sono l’analisi del quadro e l’eventuale studio del DNA presente:

“Non era mai successo: innanzitutto cercheremo di capire la natura di questo liquido e se realmente si dovesse trattare di sangue estrarremo il DNA da mettere a disposizione per eventuali comparazioni”

Fonte: Corriere della Sera