Durante una dieta per perdere peso, è importante sapere quale cibo fa dimagrire velocemente, soprattutto se si vogliono ottenere dei risultati visibili in poco tempo. Per curare un’alimentazione in grado di far perdere i chili di troppo, infatti, non basta tagliare porzioni e calorie, ma bisogna optare per quegli alimenti che aiutano a bruciare i grassi, a migliorare il metabolismo, a placare il senso di fame.

Sono tanti i cibi che aiutano a dimagrire velocemente, e che si possono inserire in un’alimentazione sana o in un temporaneo regime ipocalorico per favorire la perdita di peso. Le regole generali prevedono comunque 5 pasti al giorno, colazione, spuntino, pranzo, merenda e cena, con cereali integrali, frutta e verdura fresca di stagione, proteine magre, yogurt e frutta secca, almeno un litro e mezzo di acqua al giorno, anche sotto forma di tisane dimagranti, e un taglio a dolci, grassi, insaccati, cibi preparati, alcol.

Naturalmente, per dimagrire in fretta, è importante svolgere un’attività fisica costante, che riattivi il metabolismo e aiuti a bruciare calorie. Dalle lezioni in palestra al nuoto, dalla passeggiata alla cyclette, c’è solo l’imbarazzo della scelta, l’importante è dedicare al movimento un’oretta al giorno.

Vediamo, ora, nel dettaglio, quale cibo fa dimagrire velocemente.

  • Semi di Chia. Sapere come usare i semi di Chia per dimagrire è fondamentale se si vuole perdere peso velocemente: le sue fibre, assorbendo l’acqua, si trasformano infatti in sostanze gelatinose che riempiono presto lo stomaco e placano il senso di fame.
  • Uova. Sfatato il mito che le vuole pericolose per il cuore e per i livelli di colesterolo, le uova si rivelano un alimento perfetto per perdere peso velocemente: ricche di proteine e grassi sani, danno senso di sazietà con una bassissima quantità di calorie.
  • Verdure a foglia verde. A basso contenuto di calorie e carboidrati, ma ricche di fibre, queste verdure forniscono anche vitamine, minerali e antiossidanti, compreso il calcio che aiuta a bruciare grassi più in fretta.
  • Salmone. Ricco di proteine, grassi sani e di alta qualità, contiene anche tutti i tipi di sostanze nutritive importanti, una notevole quantità di iodio e di Omega 3, che svolgono un’importante funzione nel miglioramento del metabolismo.
  • Crocifere. Broccoli, cavolfiori, cavoli e cavoletti di Bruxelles sono ricchi di fibre, regalano senso di sazietà e contengono una buona dose di proteine.
  • Carne magra. La carne magra, come quella bianca, di pollo, vitello e tacchino, si può mangiare durante la dieta tranquillamente, anche due volte a settimana, sebbene cotta con metodi semplici come al vapore o alla piastra. Le proteine sono appaganti e aiutano a bruciare più calorie.
  • Patate. Le patate bollite sono ricche di potassio, poco caloriche e danno un ottimo senso di sazietà.
  • Tonno. Perfetto per assumere contemporaneamente poche calorie e molte proteine. Se scegliete quello in scatola optate per il tonno al naturale, e non conservato in olio.
  • Legumi. Lenticchie, fagioli neri, fagioli hanno un alto contenuto di proteine e fibre, che portano facilmente alla sazietà. Chi ha problemi di gonfiore deve prediligere il consumo di legumi decorticati.
  • Ricotta. La ricotta è un’ottima fonte di proteine povere di grassi, ma anche di calcio che, come accennato, aiuta il processo di combustione dei grassi.
  • Pompelmo. Mezzo pompelmo prima dei pasti facilita la perdita di peso e, tra l’altro, ha effetti positivi sull’insulino-resistenza causa di numerose malattie.
  • Peperoncino. Grazie alla capsaicina, i peperoncini contribuiscono a ridurre l’appetito e ad aumentare la combustione dei grassi.
  • Noci. Pur essendo ricche di grassi, le noci non ingrassano intrinsecamente, anzi, sono un ottimo snack, che contiene una quantità equilibrata di proteine, fibre e grassi sani. Naturalmente non bisogna esagerare con la quantità e andare oltre una manciata.
  • Avocado. Mentre la maggior parte della frutta è ad alto contenuto di carboidrati, l’avocado è ricco di grassi sani, in particolare dell’acido oleico monoinsaturo, lo stesso tipo di grasso dell’olio di oliva. Per inserirlo nella dieta, aggiungetelo per esempio all’insalata, in quanto anche ricco di fibre e potassio.