La frutta, anche quella tropicale, è un’alleata preziosa della dieta, ma bisogna tenere bene a mente quale frutta esotica mangiare per dimagrire.

Alcuni frutti, infatti, non sono adatti a un regime ipocalorico mentre altri possono essere un valido aiuto per smaltire i chili di troppo oltre che per fare il pieno di vitamine e minerali preziosi.

Da mangiare come spuntino, da scegliere come base  per dissetanti frullati estivi o ancora come ingrediente insolito per insalate e secondi piatti dal sapore ricercato, la frutta esotica rappresenta un vero e proprio toccasana per il corpo, perché in molti casi nasconde insospettabili proprietà benefiche, anche per ritrovare la silhouette.

Ecco allora su quale frutta esotica puntare per dimagrire.

  • Mango. Dolcissimo, per questo si pensa possa essere un attentato alla dieta. In realtà non fa assolutamente ingrassare poiché contiene solo 55 calorie per 100 grammi. Inoltre rappresenta un vero alleato di bellezza perché è ricco di fenoli, che aiutano ad avere una pelle morbida e luminosa, di Vitamina B, indispensabile per la salute dei capelli, e di Vitamina C.
  • Avocado. Uno dei frutti più consigliati nelle diete ipocaloriche. Ricco di antiossidanti e di Omega 3, contiene anche acido oleico e grassi monoinsaturi che aiutano a sciogliere l’adipe, in modo particolare quello depositato sull’addome. Non solo, l’avocado stimola la produzione di colesterolo buono.
  • Kiwi. Spesso si tende a ignorarlo ma il kiwi è una fonte preziosa di Vitamina C, anche più degli agrumi. Non solo, è particolarmente consigliato durante le diete perché facilita il transito intestinale. Le calorie? Pochissime: 44 circa per 100 grammi.
  • Banana. Durante le diete si tende a evitarla, tuttavia anche la banana a molte virtù. Infatti è ricca di potassio e fibre ed è consigliata quando si suda molto o per riprendersi durante una convalescenza. Le calorie sono circa 60 per 100 grammi.
  • Ananas. Viene considerato il frutto brucia-grassi per eccellenza e in effetti le sue proprietà benefiche, anche per chi desidera ritrovare la linea, sono molte. L’ananas è infatti per lo più composta da acqua e facilita la diuresi, contrastando ritenzione idrica e cellulite. Inoltre è un ottimo dessert dopo i pasti perché aiuta la digestione.
  • Papaya. Anche in questo caso si tratta di un frutto consigliatissimo quando si è a dieta. La papaya infatti ha un alto contenuto di acqua e fibre in pochissime calorie. Non solo, è anche ricchissima di vitamina C e di acido folico e rappresenta dunque un vero toccasana per l’organismo.
  • Frutto della passione. Contiene zuccheri ma è anche una fonte preziosa di vitamina A, C ed E. Particolarmente indicato per contrastare il senso di gonfiore e la ritenzione idrica, oltre che per depurare l’organismo.
  • Lime. Si può spremere nell’acqua per preparare una bevanda da consumare al mattino presto: il lime ha infatti un altissimo potere diuretico e detossinante.