Sembra proprio che l’attore statunitense, nonché regista e produttore cinematografico, George Clooney, sia molto richiesto dai sindaci di alcuni paesini italiani, ma, fatto curioso, in particolare dai comuni situati presso i più importanti laghi d’Italia.

Come da un po’ si vocifera, pare che George Clooney sia alle prese con il suo trasferimento da Villa Oleandra, sul lago di Como, acquistata circa 7 anni fa, ma rimane ancora sconosciuta la sua futura destinazione. E, furbamente, c’è qualcuno che ambisce ad avere il grande attore nel proprio paesino.

Il Sindaco di Azzate, un paesino situato nelle vicinanze del lago di Varese, scrive una lettera all’attore: è un vero e proprio invito a orientare la ricerca di una nuova residenza verso la provincia di Varese. E, senza inutili giri di parole, Gianni dell’Acqua supplica l’attore statunitense a raggiungere la zona:

Caro George, guardando un sevizio alla televisione abbiamo appreso che vorrebbe lasciare il lago di Como. Saremmo contentissimi se volesse prendere casa ad Azzate, un paese bellissimo, vicino al lago, dove potrebbe trascorrere giornate tranquille senza essere disturbato da nessuno. […] Se accettasse il nostro invito, saremmo contentissimi di conferirle anche la carica di Assessore allo Spettacolo e al Cinema, oltre alla cittadinanza onoraria.

Una vera lotta per la conquista dell’attore americano quella che si è scatenata tra i due sindaci dei comuni Azzate e di Laglio, un botta e risposta fatto di continui rialzi. Non dimentichiamoci, infatti, che qualche giorno fa Roberto Pozzi, sindaco del paesino sulle rive del lago di Como, aveva dichiarato di essere disposto anche a scrivere per George Clooney la sceneggiatura di un film da girarsi nei pressi della sua attuale residenza.

Cosa si farebbe per i soldi e per la fama. E bene sì, perché qui non si tratta di essere fan dell’attore ma solo di vera speculazione edilizia. Non nascondiamolo: avere come proprio cittadino un attore dal calibro dello statunitense è un vero onore, ma è ingiustificato il fatto che, nel giro di pochi anni, i prezzi degli appartamenti siano aumentati a vista d’occhio, causando notevoli danni ai cittadini in cerca di abitazione.