Mangiare in modo sbagliato, anche per un solo pasto, può farci spazientire e arrabbiare: ciò avviene quando si salta il pranzo o la cena oppure si segue una dieta carente di triptofano, ovvero quando la quantità di serotonina nel cervello cala e dunque perdiamo la capacità di mantenere la calma se non mangiamo il giusto cibo.

È quando dimostra una recente ricerca condotta nell’Università di Cambridge e guidata dall’italiano Luca Passamonti. La serotonina aiuta il buonumore ed è prodotta a partire dall’amminoacido triptofano che assumiamo attraverso i cibi. Se dunque non ne assumiamo abbastanza nel corso della giornata, ecco spiegato il perché viene più semplice arrabbiarsi e tollerare meno determinate situazioni che ci provocano fastidio.

La serotonina è infatti importante nel controllo della rabbia e una carenza porta a un’inevitabile maggior irascibilità, dunque è bene prestare attenzione per contribuire a evitare le emozioni negative anche a tavola.

Ma quali sono i cibi che mantengono la calma, ricchi dell’amminoacido triptofano? Sono tanti e sono latte, cioccolato, tonno, maiale, merluzzo, alici, pollo, tacchino, noci, cacao amaro, caviale, formaggi, vitello, avena e arachidi. Dovremmo assumere ogni giorno circa 350 milligrammi di questo amminoacido che serve a “costruire” la serotonina e dunque a migliorare il nostro umore partendo da sane abitudini nella nostra {#cucina}.

Fonte: Ansa.