Quando si vogliono perdere i centimetri di troppo localizzati nelle solite “zone a rischio” del corpo, una dieta dimagrante qualsiasi non basta: ma quali sono i cibi da evitare per dimagrire cosce e fianchi?

Cosce e fianchi sono infatti – insieme alla pancia – le zone in cui più facilmente si creano cuscinetti adiposi che sono difficili da mandare via e che si trasformano, se non contrastati, in cellulite.

Naturalmente tra le cose da provare per dimagrire cosce e fianchi ci sono una serie di esercizi per i fianchi e un allenamento per le cosce specifico da fare in palestra oppure a casa, ma anche quello che si mette a tavola conta molto per raggiungere il proprio obiettivo. Per un fisico in forma è infatti sempre importante seguire un’alimentazione sana, con una dieta equilibrata povera di grassi e ricca di nutrienti, con frutta e verdura fresca e la giusta idratazione per combattere la ritenzione idrica. Si possono anche aggiungere trattamenti come le fasce per dimagrire pancia e fianchi.

Vediamo, allora, nel dettaglio, quali sono i cibi da evitare per dimagrire cosce e fianchi.

  • Zucchero raffinato. Lo zucchero raffinato è il primo alimento da tagliare, portatore di calorie ma di nessun nutriente. Rendete dolce il caffè con qualche goccia di latte scremato o con lo zucchero di canna, thè e tisane sono da bere al naturale con poco miele.
  • Dolci. L’unico dolce che si può tollerare durante una dieta per dimagrire cosce e fianchi è un quadratino di cioccolato fondente sopra al 70%: dimenticate perciò dolci al cucchiaio, torte, merendine e biscotti secchi. Per colazione preferite cereali o fette biscottate integrali con un velo di marmellata.
  • Bibite gassate. Le bibite gassate sono ipercaloriche e gonfiano, vanno completamente eliminate dalla dieta.
  • Prodotti industriali. I prodotti industriali di ogni tipo contengono calorie nascoste, oltre a una quantità di ingredienti nocivi per la salute come coloranti e conservanti. Meglio eliminarli in favore di prodotti freschi, più sani e naturali.
  • Alcol. L’alcol è nemico del dimagrimento, fonte di calorie e zuccheri che non vengono smaltiti ma passano subito allo stoccaggio nei punti più critici.
  • Farina bianca. La farina bianca è raffinata e dunque contiene poche fibre e nutrienti. Meglio puntare, per pane e pasta, su quella integrale. Le porzioni sono comunque da limitare a una fetta di pane bruscato a pasto. Per la pasta 70 gr a porzione una volta al giorno, da alternare a riso e cereali.
  • Carni grasse. Tutti i tipi di grassi in eccesso vanno tenuti lontani dalla dieta: così a carni grasse e insaccati vanno preferite le carni più magre, ovvero quelle bianche come pollo e tacchino.
  • Panna, burro e formaggi stagionati. Da limitare, infine, anche latte intero e i suoi derivati più grassi, come panna, burro, formaggi stagionati. In tavola portate latte scremato, formaggi magri, e condite con (poco) olio extravergine d’oliva.