Voi, aspiranti mamme o donne preoccupate di essere rimaste incinta, spesso vi domandate quando fare il test di gravidanza, non è vero? Ecco i nostri consigli.

I test di gravidanza sono in grado di rilevare la presenza nelle urine dell’ormone BETA HCG, ovvero la sostanza prodotta dal trofoblasto (si tratta della parte del prodotto del concepimento da cui si formerà la placenta), a partire dal momento dell’impianto dell’embrione nell’utero, ovvero circa 4-5 giorni dopo l’ovulazione, in caso di concepimento. Attraverso un esame ospedaliero delle urine è possibile rilevare l’ormone BETA HCG già a 6 giorni dal concepimento; la sua concentrazione aumenta, raddoppiando ogni 2-3 e raggiungendo così il picco a circa 60 giorni dal concepimento, ovvero dopo circa 74 giorni dall’inizio dell’ultima mestruazione.

Il momento migliore per fare un test di gravidanza e avere un risultato più che attendibile è dal 4° giorno di ritardo del ciclo; tuttavia, per non rischiare di avere un falso negativo, dovuto alla concentrazione di HCG nelle urine ancora troppo bassa, è consigliabile aspettare ancora qualche giorno. Per falso negativo avviene quando il test dice che siete incinta, ma in realtà non lo siete: il test fallisce poiché fatto troppo presto. Quelli di nuova generazione sono sensibili già dal primo giorno di ritardo delle mestruazioni, tuttavia, affinché siano attendibili, devono essere trascorsi almeno 12 giorni dall’ovulazione.

Infine, per avere un risultato attendibile, vi consigliamo di eseguirlo sempre con le prime urine del mattino, a digiuno e senza aver bevuto durante la notte, poiché è proprio in quel momento che l’urina contiene la più alta concentrazione dell’ormone.

A cura di Jessica Di Giacomo

photo credit: Amber B McN via photopin cc