Il sesso può essere troppo? Pare proprio di sì: l’input arriva dalla vicenda che ha coinvolto un artigiano cinquantenne di Monaco di Baviera, che è stato letteralmente sequestrato da una donna che, in preda alla passione, si è rifiutata di lasciarlo andare dopo una notte d’amore. Se ne sentono tante di storie vere, ma anche leggende metropolitane sull’argomento: una di queste ad esempio racconta di una coppia rimasta incastrata dopo l’amplesso, che ha dovuto ricorrere all’intervento di un medico del pronto soccorso. Tra leggende e realtà, comunque, una verità rimane: a volte l’eccesso di sesso può essere insostenibile.

Molti uomini commenteranno goliardicamente a questa notizia che il sesso non può mai essere troppo. Eh sì, la virilità deve essere sfoggiata sempre e a ogni costo, secondo alcuni. Ma spesso le donne sanno che per lo più sono loro le “vittime” di un eccesso di passione. Non sempre tuttavia: l’erotomania non colpisce solo i maschietti, che tuttavia sono più propensi a non perdere un’occasione tra le lenzuola. Allora come si fa quando il partner diventa troppo insistente?

Forse una volta era più facile: le donne proteggevano non solo la castità di un rapporto, ma addirittura la propria verginità. Oggi non è così, ma non è detto che si voglia fare sempre sesso. Il mal di testa non è una scusa sufficientemente plausibile a dire di no, troppo logora e abusata, ma in fondo anche non verificabile. Tra le scuse più addotte anche il ciclo mestruale, che invece è verificabilissimo, soprattutto se si è in una coppia collaudata, per cui anche durante il petting è impossibile nascondere il gonfiore e il dolore al seno.

La ricetta giusta, come sempre in un rapporto, è la sincerità. Se il partner chiede troppo sesso anche quando non lo si vorrebbe si può tranquillamente domandare di non esagerare: in fondo l’amore fisico, come tutti i piaceri, non deve diventare una routine, altrimenti perde la sua carica di piacevolezza. Se si è all’interno di una storia collaudata, lui capirà sicuramente, a meno che non sia proprio malato di sesso, e allora gli serve uno psicoterapeuta, non certo delle chiacchiere da salotto.

Fonte: Libero.