Perdere peso e avere una linea invidiabile sono gli obiettivi primari di molte persone, stanche di vedersi sempre uguali con quei rotolini di grasso che proprio non vogliono andare via.

Spesso, però, un po’ per ignoranza e un po’ per poca volontà, viene naturale buttarsi in diete last minute che garantiscono risultati estremi in pochissimo tempo. Ma non tutti sanno che questi regimi ipocalorici non sono un toccasana per la salute e possono essere utilizzati solo per pochi giorni, innanzitutto perché a lungo andare si creano degli scompensi energetici e poi perché i risultati propinati non sono quasi mai a lungo termine e spesso dopo lunghi digiuni si recuperano i chili persi.

La cosa giusta da fare se si è realmente intenzionati a intraprendere una dieta è rivolgersi a un nutrizionista o a un dietologo, fare gli eventuali accertamenti medici come gli esami del sangue completi e magari l’esame specifico per verificare come aumenta la glicemia nel sangue durante il giorno o dopo i pasti (la cosiddetta curva glicemica). Questo soprattutto perché è importantissimo assumere circa 1400 kcal al giorno da suddividere in 3 o 5 pasti, per raggiungere così il fabbisogno energetico giornaliero.

Attenzione ad affidarsi a diete trovate sfogliando qualche rivista: le diete veloci vanno benissimo se usate come depurative, per esempio in preparazione di una dieta seria, ma sono altamente sconsigliate in quanto porterebbero scompiglio nell’assunzione di tutte quelle sostanze essenziali per l’organismo come vitamine, minerali e altri nutrienti.

Inoltre non sono bilanciate nel modo giusto e spesso consigliano di mangiare troppe proteine e lipidi di quanto in realtà sarebbe necessario, provocando così un malfunzionamento metabolico e un carico di lavoro eccessivo per il fegato.

La salute va curata ma con il giusto criterio, e le diete fai-da-te o last minute possono addirittura creare disturbi alimentari che si ripercuotono su tutto il funzionamento dell’organismo: nelle giovani donne si può incorrere a problemi di ovulazione, e la carenza di nutrienti può portare a ripercussioni nell’età adulta come osteoporosi e ossa fragili.

Inoltre assolutamente sconsigliate sono le diete per i bambini che non rispettano la loro naturale crescita, sarebbe bene invece riconsiderare la lista della spesa ed evitare tutte quelle leccornie piene di grassi e zuccheri altamente nocive per la linea, e poi il consiglio migliore è fare tanto sport e proporlo anche ai più piccoli per non renderli sedentari già nei primi anni di vita.