Se si sta cercando di perdere qualche chilo di troppo è importante domandarsi quante volte andare in palestra per dimagrire.

In realtà, ancora prima della quantità, è importante prestare attenzione alla qualità, sia degli esercizi da svolgere sia dello stile di vita che si segue quando termina l’allenamento e si torna a casa. Andare in palestra anche tre/quattro volte la settimana e poi abbuffarsi di cibo poco sano, non permetterà infatti di dimagrire come e quanto si vorrebbe.

Quante volte andare in palestra per dimagrire: sfruttare al meglio l’allenamento

Andare in palestra, di per sé, non è azione sufficiente per dimagrire. All’esercizio fisico è infatti necessario abbinare adeguato stile di vita, fatto di sane abitudini a trecentosessanta gradi. Questo significa nutrirsi in modo equilibrato. Questo non significa stare a dieta, ma mangiare in modo corretto e senza eccedere troppo nelle quantità.

Significa anche integrare i liquidi, soprattutto quando si va in palestra e si suda molto. Se bisogna perdere molti chili, meglio chiedere il parere di uno specialista, che possa indicare l’alimentazione migliore da affiancare alla palestra. Se bisogna perdere solo qualche chilo, basta eliminare grassi e zuccheri in eccesso dal regime alimentare e si dovrebbero ottenere presto dei benefici.

Quante volte a settimana andare in palestra per dimagrire

Per ottenere dei buoni risultati e per dimagrire molto più velocemente, bisognerebbe andare in palestra almeno tre volte alla settimana e dedicare ogni volta almeno un’ora all’allenamento. Esagerare (andando tutti i giorni o peggio ancora caricandosi troppo di allenamento, senza il necessario recupero), servirà solo a stancarsi, a non allenarsi con costanza e quindi a vanificare qualsiasi effetto benefico che la palestra potrebbe essere in grado di offrire.

Come allenarsi in palestra per dimagrire

Se non avete idea di come allenarvi in palestra per perdere peso, affidatevi ai consigli di un personal trainer, che aiuterà a capire a quali attività dedicarsi e a come svolgerle al meglio. Se il livello di preparazione atletica è scarso, magari perché si è all’inizio, meglio cominciare per gradi, onde evitare di affaticarsi all’inizio e di compromettere poi il resto dell’allenamento. Un ottimo suggerimento da seguire riguarda anche la tipologia di attività fisica che si effettua: variare gli esercizi consente di non annoiarsi e di andare a lavorare su parti diverse del corpo.