È tempo di trasformare la cucina in un laboratorio: sono tanti gli esperimenti per bambini da fare in casa con cui divertirsi e imparare al tempo stesso. Qualcuno creerà un po’ più di confusione, qualcuno meno, l’importante è che gli esperimenti vengano fatti sempre con la supervisione di un adulto e con le dovute precauzioni, lasciando ai grandi i passaggi più complicati, in base all’età dei piccoli “scienziati”.

Ecco qualche esperimento da fare in casa adatto ai bambini di tutte le età.

  1. Liquirizia invisibile. Occorrente: una caramella alla liquirizia elicoidale lunga o in alternativa una matita; un bicchiere d’acqua stretto e lungo; olio da cucina. Versare un cucchiaio di olio nel bicchiere pieno d’acqua, inserire le caramella o la matita verticalmente e facendola aderire contro il lato del vetro. Osservando il bicchiere e ruotandolo leggermente, l’olio distorce la luce che entra nel bicchiere piegandola e fa scomparire la parte della caramella sott’acqua se il bicchiere è tenuto nell’inclinazione giusta.
  2. Fiori cambiacolore. Occorrente: tre fiori bianchi; quattro bicchieri d’acqua; colorante alimentare nei colori blu, verde, giallo, rosso; un coltello. Mescolate un colorante in ogni bicchiere finché non avrete 4 liquidi di colori diversi. Mettete due fiori in due dei bicchieri, affinché vi avanzino un fiore e due bicchieri di liquido colorato. Dividete a metà con il coltello verticalmente lo stelo di quest’ultimo fiore, quanto basta in lunghezza per infilare mezzo stelo in un bicchiere e mezzo nell’altro. Posizionate i bicchieri all’ombra e dopo un’ora inizierete a vedere i fiori cambiare colore. Per colori più intensi aspettate qualche giorno: il fiore che prende acqua da due bicchieri diversi diventerà di due colori.
  3. Slimer. Occorrente: colla vinilica; detersivo per panni in polvere; colorante alimentare; acqua; due ciotole; un contenitore ermetico. Per cominciare, mettere un cucchiaio di colla in una ciotola e mescolate con un altro cucchiaio di acqua e una goccia di colorante alimentare. In un’altra ciotola mettere un cucchiaino di detersivo in polvere e mescolare con un cucchiaio di acqua fino a dissolvere la polvere. Mescolare insieme questi due composti ottenuti: questo passaggio si può fare con le mani, vedendo come si forma pian piano impastando lo “slimer”, una melma colorata e appiccicaticcia. Se ne possono creare di vari colori, con diverse tinte alimentari, l’importante è riporlo, finito il gioco, in un contenitore ermetico per evitare che la crescita dei muffa.
  4. Il vulcano che erutta. Occorrente: bicarbonato di sodio; aceto; un contenitore stretto e lungo. Mettete un po’ di bicarbonato di sodio nel contenitore, versate qualche goccia e osservate la reazione: le due sostanze insieme formano acido carbonico, che è molto instabile e crea una soluzione frizzante. Per effetto extra è possibile effettuare una realistica ricostruzione in carta pesta del vulcano per vederlo eruttare. Ci vuole una certa abilità artigianale, ma renderà l’eruzione di aceto e bicarbonato di soda ancora più impressionante!