La Mostra del Cinema di Venezia si è conclusa anche per quest’edizione. Un coro di fischi ha accompagnato la tradizionale conferenza stampa di chiusura del festival. Le critiche e i fischi erano tutti per il presidente di giuria della kermesse veneziana, il noto regista Quentin Tarantino.

La stampa italiana ha accusato Tarantino di favoreggiamenti e simpatie. Secondo i mass media nazionali, i premi sarebbero stati assegnati non in base a canoni obiettivi ma al grado di amicizia del regista con i vincitori.

Infatti, il Leone d’Oro è stato assegnato al film “Somewhere” di una figlia d’arte, nonché ex fidanzata del regista di “Kill Bill”, ovvero Sofia Coppola. Il Leone d’Argento è stato assegnato a Alex de la Iglesia, cara amica di Quentin Tarantino, per il film “Balada triste de trompeta”, che ha vinto anche il premio Osella per la miglior sceneggiatura. Infine, il Leone Speciale è stato assegnato a Monte Hellman, in qualità di mentore e principale ispiratore della giuria, soprattutto di Tarantino.

Quentin Tarantino ha prontamente risposto ai fischi con un gesto volgare e rispondendo “Buuu You!”.

Il regista ha poi cercato di placare le polemiche spiegando che il Leone d’Oro al film di Sofia Coppola era stato assegnato “all’unanimità”. Riguardo ai premi agli altri “presunti amici”, Tarantino non ha preferito rilasciare commenti.

Sicuramente la kermesse veneziana ha deluso il cinema italiano, che è rimasto a bocca asciutta, senza premi né riconoscimenti.

Tarantino, poi, si caratterizza da sempre per il suo carattere eclettico e molto particolare: la sua reazione ai fischi è stata volgare e sgarbata. Non da vero professionista, né da amante del cinema. Voi cosa ne pensate?