Quentin Tarantino avrebbe intenzione di ritirarsi dopo aver girato il decimo film. Verità o burla? Da quanto ha dichiarato alla rivista Playboy, il regista di Django Unchained sembra particolarmente convinto del ritiro, argomentando la decisione con alcune interessanti tesi.

Galleria di immagini: Attori di Quentin Tarantino

Quentin Tarantino, infatti, afferma di non voler diventare un vecchio regista. Continua dicendo che i vecchi registi realizzano, prima di morire, i loro quattro peggiori film, cosa che per Tarantino cancellerebbe tutto ciò che di buono è nella propria filmografia.

In altre parole, Tarantino sta già pensando a come figurerà nei libri di storia del cinema e non ha nessuna intenzione di apparire come un regista che ha fatto grandi film e che poi, ricadendo su se stesso, ne ha realizzati alcuni pessimi.

Quest’ottica è in linea con la visione del cinema tipica di Tarantino, vale a dire quella della citazione e dell’autocitazione, sua cifra stilistica. Tarantino, ogni volta che gira un lungometraggio, riflette su se stesso e sul cinema in generale; con le sue ultime dichiarazioni a Playboy è chiaro che il regista vuole costruire in maniera perfetta anche la propria carriera e la propria filmografia, cercando di passare alla storia in maniera del tutto originale. Ai posteri rimarrà solo un bel ricordo: dieci film sarebbero il giusto lascito, il giusto testamento artistico per un regista tra i più consapevoli della storia.

Fonte: The Guardian