Prendete quattro donne completamente diverse l’una dall’altra e portatele al cinema per vedere la stessa commedia rigorosamente d’amore, divertente e leggera il giusto da lasciarti comunque riflettere sulle sorprese che ci riserva la vita, e su come una scelta giusta o sbagliata, può cambiare un’esistenza. Irrimediabilmente.

E’ ciò che hanno vissuto quattro blogger: Valentina Coco, Laura Manfredi, Sabrina Musco e Anita Richeldi, che la scorsa settimana hanno avuto la possibilità di assistere all’anteprima nazionale di Questione di Tempo, il nuovo film di Richard Curtis, celebre per alcuni titoli come Quattro matrimoni e un funerale e Notting Hill.

Ciascuna delle nostre ragazze ha molto apprezzato la visione e le loro parole per descrivere il film non fanno altro che venir voglia di guardare Questione di tempo e conoscere la storia di Tim, un ragazzo che a ventun’anni scopre di avere il potere di tornare indietro nel tempo, dono che spera lo aiuterà a trovare l’amore.

Galleria di immagini: Questione di tempo

Leggete un po’ qui le loro impressioni:

Valentina è entusiasta e profonda nella sua riflessione: “Il film, mostrandoci con semplicità la bellezza dei legami, la sofferenza intrinseca della condizione umana e l’unicità di una vita vissuta col sorriso, ci invita a vivere ogni giorno come se fosse l’ultimo”.

Dapprima scettica Sabrina, ha dovuto poi ricredersi sulla trama: “Dal trailer ti aspetti la classica commedia d’amore, leggera, poco impegnata, con la quale trascorrere un pomeriggio di risate, ed è, di tutto questo, un po’, ma nel finale ti coinvolge, ti sorprende e ti appassiona”.

Laura, invece, ha candidamente ammesso: “Quando si tratta di film sono una vera piagnucolona, ed è stato davvero difficile per me trattenere le lacrime… Questione di tempo è un film in cui si ride, si piange, si sospira e si riflette. Tanto tanto”.

E infine Anita, si è dimostrata essere quella più coinvolta dalla storia raccontata e ha iniziato a porsi mille domande e tanti se: “Che ne sarebbe stato di me se ad esempio avessi deciso di restare insieme a quel ragazzo timido ma così gentile, anziché lasciarlo per il belloccio con cui alla fine sono rimasta fidanzata a malapena un paio di settimane”?

Ora spetta a voi emozionarvi con Questione di Tempo, dal 7 novembre nelle sale italiane.

Publiredazionale