Calvin Klein ha un nuovo direttore creativo: è Raf Simons, che andrà a sostituire Francisco Costa e Italo Zucchelli, fino allo scorso giugno a capo della collezione donna e uomo della maison americana.

Le voci su un possibile arrivo dello stilista belga a Calvin Klein si rincorrevano da qualche mese, ma adesso è arrivata l’ufficialità. L’annuncio è stato dato su Instagram, con una foto in bianco e nero che ritrae Raf Simons. “Direttore creativo del brand, con effetto immediato”, recita il commento che accompagna lo scatto.

Calvin Klein, Inc. today announced the appointment of Raf Simons as Chief Creative Officer of the brand, effective immediately. ⠀ Mr. Simons will lead the creative strategy of the Calvin Klein brand globally across the Calvin Klein Collection, Calvin Klein Platinum, Calvin Klein, Calvin Klein Jeans, Calvin Klein Underwear and Calvin Klein Home brands. As part of his role as Chief Creative Officer, Mr. Simons will oversee all aspects of Design, Global Marketing and Communications, and Visual Creative Services. Mr. Simons’ first collections will debut for the Fall 2017 season. ⠀ The appointment of Mr. Simons as Chief Creative Officer marks the implementation of Calvin Klein’s new global creative strategy, announced in April 2016, to unify all Calvin Klein brands under one creative vision. The strategy comes as part of a global evolution of the Calvin Klein brand, which began with the reacquisition of the Calvin Klein Jeans and Calvin Klein Underwear businesses in 2013. As Calvin Klein looks to grow the brand to $10 billion in global retail sales, this new leadership is intended to further strengthen the brand’s premium positioning worldwide and pave the way for future long-term global growth. ⠀ The arrival of Raf Simons as Chief Creative Officer signifies a momentous new chapter for Calvin Klein,” said Steve Shiffman, CEO of Calvin Klein, Inc. “Not since Mr. Klein himself was at the company has it been led by one creative visionary, and I am confident that this decision will drive the Calvin Klein brand and have a significant impact on its future. Raf’s exceptional contributions have shaped and modernized fashion as we see it today and, under his direction, Calvin Klein will further solidify its position as a leading global lifestyle brand.” ⠀ As part of the creative strategy for the apparel and accessories business, Calvin Klein also announced the hire of Pieter Mulier as Creative Director, reporting directly to Mr. Simons. Mr. Mulier will be responsible for executing Mr. Simons’ creative and design vision for all men’s and women’s apparel and accessories lines within the Calvin Klein brand.

Una foto pubblicata da Calvin Klein (@calvinklein) in data:

Una svolta importante per il marchio statunitense che ha deciso di investire in uno stilista visionario, fuori dagli schemi e il cui stile è piuttosto di nicchia. Tuttavia, la sua combinazione di futurismo, creatività e linee eleganti lo rendono perfetto per prendere le redini di Calvin Klein.

“L’arrivo di Raf Simons come direttore creativo rappresenta un nuovo capitolo per Calvin Klein. Dopo Mr Klein in persona, l’azienda non è mai stata guidata da un unico visionario creativo e io sono sicuro che questa decisione farà crescere il marchio Calvin Klein e avrà un impatto sul suo futuro. Sotto la sua direzione, Calvin Klein consoliderà ulteriormente la sua posizione come uno dei marchi lifestyle più importanti a livello mondiale”, ha dichiarato Steve Shiffman, CEO di Calvin Klein.

Ralf Simons, classe 1968, ha debuttato nel mondo della moda nel 1995, presentando la sua prima sfilata. Tante le collaborazioni con i più grandi marchi nel mondo dello sport – Fred Perry, Adidas e Eastpak – fino ad arrivare alla direzione stilistica di Jil Sander nel 2005. Nel 2012 inizia a lavorare a Dior, ma dopo due anni ha lasciato la maison francese. Forse per le troppe pressioni e il distacco dello stilista dalla visione classica di Dior.

Ufficialmente Ralf Simons aveva dichiarato che il suo ritiro era dovuto a un ripensamento sul suo stile di vita, volendo ripristinare un po’ d’equilibro nel rapporto tra la sua vita professionale e privata. “La mia decisione si basa esclusivamente sul mio desiderio di focalizzarmi su altri interessi della mia vita, incluso il marchio da me fondato, e le passioni che ho al di fuori del lavoro”, aveva dichiarato.

La decisione di accettare il ruolo di direttore creativo di Calvin Klein sembra in contraddizione con le sue dichiarazioni, in quanto il suo lavoro aumenterà, dovendo gestire tutte le 25 categorie di prodotti, dalla biancheria ai jeans, create dalla maison americana. Tuttavia, Ralf Simons sarà aiutato in questa nuova sfida da Pieter Mulier, già suo studio manager a Dior.

Non si dovrà attendere molto per vedere i primi risultati del lavoro dello stilista belga: la collezione autunno/inverno 2017 sarà la prima firmata da Ralf Simons in Calvin Klein e sarà presentata a New York.