Il fenomeno dei giovani ragazzi attratti da avvenenti signore mature, che prendono il nome di “milf” o “cougar” a seconda dell’età e dello status delle donne, è sempre esistito, ma studi recenti hanno appurato che il fenomeno è in netta crescita ed ha acquisito connotazioni diverse con il cambiare dei tempi. Analizzando circa 450 mila appuntamenti rilevati dal sito “EliteSingles” si è constatato che, soprattutto nel segmento anagrafico tra i 20 e i 29 anni, i ragazzi cercano donne più mature.

Lo psicologo Sam Owen però, analizzando i casi odierni, ha riscontrato un cambiamento nelle motivazioni maschili riguardo a tale scelta: l’uomo giovane oggi, a differenza dei ragazzi delle epoche passate, è alla ricerca di donne mature e con maggiore esperienza non solo a fini didattici, ma anche per il ruolo di guida e il rapporto di potere che hanno conquistato nella società. Ventenni a parte, c’è però da sottolineare che la maggior parte degli uomini oggi continua a preferire le giovanissime, puntando sulle caratteristiche fisiche. Seguendo tali requisiti, l’età ideale per una donna si aggirerebbe quindi intorno ai 22 anni. Secondo un sondaggio emerge in maniera più specifica che per gli uomini lo scarto anagrafico ideale tra loro e le donne dovrebbe essere di undici anni, scarto che dovrebbe essere sempre maggiore con l’avanzare dell’età. Anche le donne preferiscono il ruolo di più giovane all’interno della coppia, ma auspicano ad un gap anagrafico che invece diminuisce con il passare del tempo, fino ad arrivare al massimo di sei anni di differenza.