Giuliano Ferrara, direttore de “Il Foglio”, potrebbe tornare a fare televisione in un programma sulle reti Rai. La trattativa in corso, che è condotta con il direttore generale della Rai Mauro Masi e il direttore di Rai Uno Mauro Mazza, permetterebbe a Ferrara di gestire uno spazio televisivo di approfondimento relativo al TG1 delle ore 20.

Galleria di immagini: Giuliano Ferrara

L’interessamento di Masi ha un duplice scopo: difendendo il suo progetto per avere Ferrara in Rai, il direttore riuscirà a smentire le voci sulla sua esclusione dalle emittenti pubbliche. Oltre a dimostrare che è ancora attivo come direttore generale, Masi potrà relazionare la sua proposta per i lavori sull’organismo di gestione Rai.

La collocazione preserale del programma ricorda “Il Fatto“, condotto dal giornalista Enzo Biagi. La nuova trasmissione dovrebbe partire in primavera e Ferrara vorrebbe impostarla riprendendo quelle che erano le linee guida del vecchio “Radio Londra“:

“Ho avuto l’offerta di rifare la mia vecchia rubrica Radio Londra e l’ho accettata”.

La trasmissione, nata nel 1988 su Canale 5, era talmente brillante da permettere di migliorare la concorrenza nei confronti dei programmi Rai. Poi, però, fu sospesa dopo l’ingresso in politica di Silvio Berlusconi nel 1994.