Carlo Freccero, direttore di Rai4, è stato sospeso per 10 giorni dalla Rai a causa della “telefonata a Libero” con la quale inveiva contro il giornalista Francesco Borgonovo, reo di aver fatto spostare la serie TV “Fisica o chimica” dalla mattina alla seconda serata.

Ora Carlo Freccero, per protestare contro la decisione della Rai, minaccia lo sciopero della fame. Da parte loro i vertici dell’azienda dichiarano che il direttore di Rai4 sarebbe venuto meno agli obblighi di diligenza, correttezza e buona fede e avrebbe così violato sia il codice civile >strong>codice etico dell’azienda.

Galleria di immagini: Carlo Freccero: le immagini

Freccero però non ci sta e, oltre a dichiararsi pronto a digiunare, accusa gli alti dirigenti Rai di non averlo mai premiato né aiutato nonostante i suoi successi anche in termini di ascolti.

Il consigliere Rai Van Staten risponde insinuando che Freccero stia “attraversando un periodo di scarsa lucidità”. Una replica che ha fatto ancora di più indignare l’interessato, che addirittura sta valutando con i suoi legali se ci siano gli estremi per citare in giudizio il rivale

Il caso Freccero si inserisce in un momento molto delicato per l’azienda Rai, sul fil del rasoio per ragioni politiche. A breve, infatti, il premier Monti dovrebbe occuparsi anche della questione e il rinnovo dei vertici dovrebbe avvenire dopo le amministrative.

Fonte: Il Secolo XIX