Rango” è un film d’animazione in computer grafica diretta dal regista Gore Verbinski, autore dei primi tre episodi della saga fantasy “I Pirati dei Caraibi“, da oggi al cinema. La pellicola s’ispira ai più classici western: ci sono sparatorie alla “Mezzogiorno di fuoco”, cattivi pistoleri, fanciulle in pericolo da salvare, saloon rumorosi, strade polverose.

Rango è un camaleonte domestico che sogna di fare l’attore. Durante il trasloco dei suoi padroni umani, viene coinvolto in un incidente e si ritrova catapultato in un’avventura molto pericolosa. Avvalendosi delle sue doti artistiche e camaleontiche, Rango si fingerà eroe per salvare la cittadina di frontiera e i suoi simpatici abitanti dalle mire crudeli del sindaco. Infatti il sindaco, avvalendosi di crudeli rettili pistoleri, ha lasciato la cittadina senza acqua e gli abitanti lottano per la loro sopravvivenza. Solo Rango potrà restituire l’acqua e un futuro ai suoi nuovi amici.

Galleria di immagini: Rango

“Rango” è un film divertente, spassoso, intelligente. Alle gag comiche si alternano importanti momenti di riflessione. Infatti, la pellicola affronta molte tematiche importanti: dall’eroismo che c’è in ognuno di noi, allo spirito camaleontico necessario per adattarsi alle situazioni più disparate, ma anche ai più tradizionali valori dell’amicizia e dell’amore. Allo stesso tempo, però, il film denuncia anche l’importanza dello sfruttamento delle risorse idriche e del rispetto dell’ambiente. Attraverso le rocambolesche e simpatiche avventure del camaleonte Rango, il regista invita a una riflessione profonda: l’acqua è sicuramente un bene fondamentale e di prima necessità per ogni essere vivente del Pianeta. Spesso però, l’uomo preferisce sprecarla utilizzandola per coreografiche fontane piuttosto che distribuirla equamente tra tutti gli esseri viventi. Altamente poetica e commovente è a tal fine la scena delle palme che, arse dal calore e tutte rinsecchite, si trascinano lentamente sulla collina in cerca d’acqua.

Il regista Verbinski, inoltre, affianca a una bellissima grafica computerizzata un metodo innovativo d’interazione tra l’interprete e il suo personaggio grafico. Tramite la tecnica dell’Emotion Capture, gli attori vengono ripresi mentre recitano insieme, e non in sessioni separate come succede in genere, su un palco. Così la mimica dell’attore diventa oggetto di studio e spunto creativo per i disegnatori che modellano direttamente il personaggio sull’interprete. Si preferisce in questo modo l’artigianalità e la spontaneità creativa dell’artista e la bravura dell’attore alla moderna tecnologia dei sensori.

La pellicola, non manca di omaggiare il cinema western classico con molte citazioni e riferimenti. Bellissima è anche la musica curata da Hans Zimmer, che ricorda i capolavori di Sergio Leone. La voce originale di Rango è di Johnny Depp, sicuramente l’attore più camaleontico di Hollywood.

“Rango” è un film che sicuramente piacerà ai più piccoli ma che non deluderà anche i più grandi.