Il 5 gennaio 2010 uscirà al cinema “Rec 2“, sequel del film horror “Rec“, diretto da Jaume Balaguerò e Paco Plaza.

Il film “Rec”, quando uscì nelle sale nel 2007, raccolse critiche favorevoli e numerosi premi, tra cui anche due premi Goya. Dopo un mediocre remake americano (“Quarantine“) e ritardi nell’uscita del film, finalmente il film horror tanto atteso riuscirà a sbarcare sul grande schermo. “Rec 2” inizia proprio dove si era concluso il precedente capitolo.

La terrificante e ufficiale sinossi del film recita:

Sono passati quindici minuti da quando le batterie della telecamera si sono spente. Quindici minuti sono passati da quando le ultime immagini per il programma “Mentre tu dormi” sono state registrate dentro l’edificio infetto.

Fuori, una folla curiosa si accalca dietro l’area recintata e isolata dalle Forze Speciali. Le troupe di giornalisti televisivi stanno mettendo gli agenti sotto pressione per scoprire cosa diavolo stia succedendo…

Le autorità hanno perso i contatti con le persone rinchiuse nell’edificio in quarantena. Nessuno sa esattamente cosa sia successo. All’esterno regna il caos…Una squadra speciale entra nella casa per controllare la situazione e verificare cosa sta accadendo, una missione apparentemente facile e veloce.

Già dalle prime battute il film promette terrore e adrenalina allo stato puro.

Il regista Balaguerò, dopo il successo di “Rec” si è subito messo all’opera per il suo sequel. Così ha dichiarato:

Un giorno ci fermammo e decidemmo di riflettere sui segreti e sui misteri della pellicola stessa, su ciò che noi avevamo creato. Volevamo saperne di più, volevamo scoprire altro. Scoprire e tornare a raccontare. REC 2 si deve soprattutto agli spettatori che hanno fatto vivere il primo episodio. Alla loro immaginazione e al loro entusiasmo. Sono loro che l’hanno creato. È colpa loro.