Inception” è un film sci-fi d’azione diretto da Christopher Nolan (“Il Cavaliere Oscuro”), che debutta nei cinema oggi 24 settembre. Il film, che ha già conquistato il botteghino mondiale, è stato eletto dalla critica internazionale come il fenomeno dell’anno. Protagonista è Leonardo Di Caprio, accanto a Joseph Gordon-Levitt, Marion Cotillard, Cillian Murphy, Ellen Page e Michael Caine.

La trama di “Inception” racconta di Dom Cobb (Leonardo Di Caprio), un ladro abilissimo nel rubare segreti e informazioni dalla mente delle sue vittime mentre queste dormono. Accusato di spionaggio industriale e dopo la morte dell’amata moglie, Cobb è costretto a vivere in esilio lontano dai suoi affetti.

Un magnate orientale gli offre una possibilità di redenzione: in cambio di un ultimo lavoro, Cobb potrà tornare a casa. Il lavoro offerto però risulta difficile: invece di rubare segreti, egli questa volta dovrà impiantare delle informazioni. Riunito un team di chimici, architetti e falsari, Cobb non solo dovrà riuscire nell’intento ma dovrà anche combattere contro i propri incubi.

Inception” è un viaggio nella mente umana: costruito come il cubo di Kubrick, livelli e situazioni cambiano velocemente, sovrapponendosi e confondendosi. Ogni fotogramma così diventa un elemento di un puzzle, architettato per nascondere e creare, suggerire e confondere. Come i tasselli dei puzzle, le scene potrebbero essere autonome ma risultano strettamente collegate tra di loro, una sorta di tanti piccoli film in un’unica grande pellicola.

Nonostante la trama non sia delle più originali, il regista Nolan riesce a costruire un mondo complesso di fantasia, di sogno e realtà che affascina, interroga, coinvolge lo spettatore in un labirinto di azioni, rimandi cinematografici, suoni ed effetti speciali.

Il film, infatti, si presta a diversi piani di lettura: accontenta i più giovani per i rimandi cinematografici a “Matrix” e a “James Bond” con le scene di azione e di combattimento, e al contempo soddisfa gli adulti con i rimandi classici del mito di Teseo e il filo d’Arianna e quello di Orfeo ed Euridice.

Nolan presta sempre molta attenzione anche ai particolari e ai simboli: ciò che è reale è legato a un totem personale, che può essere una piccola trottola, gioco prediletto dei bambini, o a un alfiere degli scacchi, il difensore dei re.

Se dal punto di vista registico, “Inception” risulta un ottimo prodotto, dal punto di vista del cast inciampa su Leonardo Di Caprio, chiamato per interpretare un ruolo tormentato e profondo, che poco gli si addice.

Inception” è un film complesso e proprio come nel mondo dei sogni ciò che sembra reale in verità è pura fantasia. E il regista Nolan riesce a far sognare.