Il terzo film della saga fantasy “Le cronache di Narnia: Il viaggio del veliero in 3D” arriverà nelle sale italiane il 17 dicembre. Adattamento cinematografico dell’omonimo libro dello scrittore irlandese C.S. Lewis, la pellicola è diretta da Michael Apted (“Nell”, “Agente 007 – Il mondo non basta”) e vede il ritorno sul grande schermo dei protagonisti Ben Barnes, Skandar Keynes e Georgie Henley.

Edmund e Lucy si ritrovano, insieme al giovane cugino Eustachio Scrubb (Will Poulter), a Narnia, dopo essere stati inghiottiti in un dipinto, a bordo di una nave diretta verso la fine del mondo. Per aiutare il loro amico, il Principe Caspian, ora salito sul trono, i giovani eroi dovranno cercare le sette spade d’oro perdute per sconfiggere il mondo del Male. Tra animali mitologici e resistendo a grandi tentazioni, i giovani protagonisti ritroveranno il loro amico di sempre, il leone Aslan, per tentare di salvare Narnia dalla disfatta.

Come gli episodi precedenti, il terzo film della saga si rivolge a un pubblico di giovanissimi. Anche se il 3D non risulta necessario e la pellicola si dilunga per quasi due ore, il ritmo è costante e gli effetti speciali risultano interessanti.

La storia è avvincente ma non riesce mai a coinvolgere totalmente lo spettatore, piccolo o grande che sia. Inoltre la conclamata vocazione dello scrittore alla “cristianizzazione” del mondo risulta poco consona al tono della pellicola e abbastanza sgradevole.

Il film non ha registrato l’aspettato successo al botteghino americano. Infatti, dopo il passaggio di mano dalla Disney alla Fox, il terzo capitolo cinematografico della saga fantasy ha deluso il box office americano nel suo primo weekend di programmazione. I primi due film della serie “Le Cronache di Narnia: Il leone, la strega e l’armadio” e “Il principe Caspian”, rispettivamente del 2005 e del 2008, avevano riscosso molto successo in tutto il mondo con un incasso di circa 1 miliardo e 200 milioni di dollari.

A differenza dei precedenti capitoli della saga, questo film risulta un momento di passaggio per rilanciare una nuova trilogia con nuovi protagonisti. La sceneggiatura risulta così appena accennata, i personaggi appena sfiorati.

Il tema ufficiale del film è cantato da Carrie Underwood, ma la Fox ha scelto per ogni diverso paese un interprete nazionale, e per l’Italia sono stati scelti i Sonohra.

“Le cronache di Narnia: Il viaggio del veliero in 3D” è un film fantasy adatto a un pubblico di giovanissimi, appassionati seguaci delle avventure del principe Caspian.