Un marito di troppo” è una commedia romantica diretta da Griffin Dunne, con Uma Thurman, Colin Firth e Jeffrey Dean Morgan, che debutta nei cinema oggi 19 novembre. Emma Lloyd (Uma Thurman) è una psicologa, in procinto di sposarsi con il fidanzato Richard (Colin Firth), che conduce un programma radiofonico dove regala suggerimenti alle persone con problemi amorosi. Un giorno però, Emma consiglia a un suo fedele ascoltatore di rinunciare alle proprie nozze.

Patrick Sullivan (Jeffrey Dean Morgan) così viene lasciato dalla fidanzata alla vigilia delle nozze a causa dei consigli di Emma. Un po’ per gioco e un po’ per vendetta, grazie all’aiuto di un vicino di casa hacker, Patrick falsifica dei documenti e si spaccia il marito di Emma, rovinandole il matrimonio.

“Un marito di troppo” è una commedia romantica e divertente. In realtà, il film ripropone tutti i cliché del genere: il vero amore è quello irrazionale e imprevedibile, l’uomo della propria vita deve essere rude e affascinante. La sceneggiatura così risulta piena di dejà vu e noiosi cliché: l’uomo di cui ci si innamora è spontaneo e sincero, farà il pompiere, con la sua bella divisa mascolina sul camion pieno di luci, colui che invece sarà lasciato è il Mr. perfettino, sinonimo di sicurezza e tranquillità.

La sceneggiatura è banale: pecca sicuramente di originalità, divenendo prevedibile in ogni suo fotogramma. Elemento preoccupante è la scena di esaltazione di Bhollywood: la pellicola è infarcita di balletti e canzoncine in sahari come da copione tradizionale indiano. Questo forse significa che Bhollywood sta diventando più importante di Hollywood?

Del cast fanno parte Isabella Rossellini, Sam Shepard, Justina Machado, Lindsay Sloane, Keir Dullea, Devika Bhise, Ajay Naidu. “Un marito di troppo” si rivela una commedia leggera sul matrimonio, senza grandi pretese.