In Italia le relazioni extraconiugali si consumano soprattutto sul posto di lavoro. Il nostro Paese detiene il record di tradimenti avvenuti proprio con i colleghi e laddove si dovrebbe pensare a tutto tranne che al sesso.

Lo rivela l’Associazione Avvocati Matrimonialisti Italiani (Ami), secondo i quali sono proprio le infedeltà coniugali a scatenare le crisi di coppia, quasi nella metà dei casi.

Sempre più spesso tra colleghi si instaurano vere e proprie relazioni che vanno oltre il classico rapporto di lavoro, e a volte le infedeltà durano anche svariati anni, spesso a insaputa del partner. Incredibili i dati: sei tradimenti su dieci si consumano proprio in ufficio.

Galleria di immagini: Sesso con amore

Gli italiani si ritrovano dunque ad avere vere e proprie vite parallele: a casa, con il coniuge, si comportano in un certo modo, mentre sul luogo di lavoro hanno ben altri atteggiamenti. Non a caso, le indagini degli investigatori privati che iniziano a cercare prove di eventuali tradimenti partono sempre, come prima opzione, dal flirt sul posto di lavoro.

Colleghi sfasciafamiglie? Sembra proprio di si, soprattutto a Milano, Roma, Bologna e Torino, secondo le statistiche diffuse dall’Ami. Il tradimento sul posto di lavoro non solo mette a forte rischio la stabilità del matrimonio o del fidanzamento con il compagno o la compagna, ma diminuisce anche la produttività: in Svizzera, ad esempio, proprio per questo motivo ci sono seri controlli e per chi non rispetta questa regola è previsto il licenziamento.

Attenzione dunque ai turni extra del vostro coniuge, se avvengono troppo spesso non sarà di certo facile fare sonni tranquilli.