Il reggiseno è solo un pezzo di lingerie da sfoggiare o non sfoggiare quando si è in intimità con il proprio partner? Finora è stato questo, insieme con un aiuto e un sostegno al proprio decolleté, che serva a slanciare la linea sotto i vestiti, ma forse da un reggiseno può giungere un aiuto che sia anche più importante per le donne.

A Reno, Nevada, è nato infatti il primo reggiseno che permette di avere l’avvertimento quando avviene una modifica sospetta nei tessuti del proprio seno. Così il reggiseno, da semplice lingerie, passa a divenire anche un importante strumento per la lotta contro il cancro al seno. E qualcosa di fondamentale per donne giovani e meno giovani.

Il reggiseno in questione ha un’accuratezza del 90% e certo bello non è, ma sembra decisamente molto comodo, soprattutto per la stagione invernale che arriva, date le spalline non proprio invisibili. In quel 10% di errore esistono problemi di radiazioni e di falsi positivi, quindi anche se il reggiseno aiuta, non bisognerebbe mettere da parte la buona pratica della mammografia e dell’autopalpazione.

Il reggiseno che scopre il cancro al seno deve attendere di essere approvato dalle autorità sanitarie prima di essere messo in commercio, ma si prevede che questo avverrà in Europa dal 2013 e negli Stati Uniti a partire dall’anno successivo.

Fonte: Become Gorgeous