Il reggiseno è un indumento fondamentale all’interno del mondo femminile, creato nei tempi passati per sostenere il seno, oggi si trovano numerose e differenti varianti che seguono la moda dedicata alla lingerie: da quelli più comodi e sportivi a quelli più sexy pensati apposta per occasioni speciali. Ma come scegliere un reggiseno? Molte donne non pensano quanto sia importante questo passaggio e tante finiscono con l’indossarlo anche della taglia sbagliata senza accorgersene. Ecco allora alcuni consigli a cui prestare attenzione durante la scelta.

Innanzitutto è sempre meglio indirizzarsi verso un negozio che presenti una vasta scelta di reggiseni, così da confrontare diversi tipi e modelli. Potrebbe essere utile prima di recarsi a fare shopping, stilare una lista degli articoli che da trovare o provare; molto spesso si parte con diverse idee e al momento della scelta ce ne si dimentica del tutto.

Per quanto riguarda la forma del corpo, bisogna sempre prestarle attenzione. è necessario scegliere dei reggiseni che diano una forma al petto che sia in armonia con tutto il resto del corpo. Se per esempio una donna ha un corpo “a mela”, cioè definito da curve vertiginose con il punto vita più ampio rispetto a fianchi e torace, è preferibile che opti per un reggiseno a coppa piena, rispetto a uno a balconcino. È una buona regola ricordarsi anche di portare durante la ricerca del reggiseno perfetto una maglietta leggera, per testare la trasparenza ed evitare sorprese una volta già acquistato.

Durante la prova non bisogna sorprendersi inoltre se veste meglio una taglia mai indossata rispetto a quella usuale: le taglie si sa che variano e anche di molto di brand in brand, e dopo tutto, sono solo una lettera, quindi non bisogna convincersi dell’idea che solo una taglia in particolare sarà quella giusta. Una volta indossato non bisogna guardarsi allo specchio solo con occhio critico ma, soprattutto, bisogna guardarsi anche dietro, non solo davanti. Magari sul seno può sembrare il reggiseno perfetto, ma se sulla schiena il laccetto graffia, stringe, è troppo largo, allora non sarà quello adatto. Per terminare è consigliabile sempre acquistare accessori insieme al reggiseno, come per esempio spalline e un paio di slip da abbinare con i diversi vestiti. Molto comodo potrebbe essere inoltre il reggiseno double-sided, di due diverse fantasie o tonalità.

Una volta acquistato il reggiseno bisogna averne cura: è preferibile curarlo con un lavaggio a mano per evitare che si ritiri, sbiadisca o che cambi tonalità a causa degli esperimenti in lavatrice che non sempre vanno a buon fine. È buona norma cambiare il reggiseno ogni 6 mesi, anche perché la taglia del seno può variare a causa di diversi fattori come l’età, gli sbalzi ormonali, il peso e la gravidanza.

Fonte: She Knows