La Regina Elisabetta il 9 settembre 2015 supera la regina Vittoria diventando la monarca più longeva di sempre della Gran Bretagna, con un regno lungo 63 anni. Ha letteralmente attraversato la storia del secolo scorso, partecipando addirittura alla II Guerra mondiale da ragazza, e ha accolto il nuovo millennio con una verve che negli ultimi anni le ha fatto smentire più volte le voci sulla sua abdicazione.

La 89enne Elisabetta II da sempre veglia sulla grande famiglia reale, che negli ultimi anni si è allargata con l’arrivo di Kate Middleton, che ha dato al principe William, uno dei nipote preferiti della sovrana, due figli: il principe George e la piccola Charlotte. Ha superato tra l’altro i momenti difficili della conflitto nordirlandese degli anni Settanta e la crisi portata dalla rottura del matrimonio tra il figlio Carlo e Lady Diana, nonché dalla morte della ex nuora.

Fotostoria: Tanti auguri alla Regina Elisabetta: God Save the Queen

Per conoscerla meglio e festeggiare il suo regno longevo, ecco qualche curiosità sulla Regina Elisabetta di cui forse non siete a conoscenza.

  • Ha pagato il suo abito da sposa con tessere annonarie. La principessa Elisabetta sposò il cugino di terzo grado Filippo Mountbatten, già principe di Grecia e Danimarca, il 20 novembre 1947. Durante gli anni di ristrettezze del dopoguerra, il loro matrimonio è stato un evento relativamente sobrio, almeno rispetto alle nozze sontuose del principe Carlo e Lady Diana Spencer nel luglio 1981. Con le misure di austerità ancora in vigore, Elisabetta ha dovuto risparmiare le sue tessere annonarie per l’acquisto del materiale per il suo abito da sposa, un vestito di raso color avorio disegnato da Norman Hartnell e ricoperto da 10.000 perle bianche.
  • Non ha il passaporto né la patente. Nonostante sia il Capo di Stato che ha viaggiato di più nella storia, arrivando a visitare 116 paesi in 63 anni di regno, Elisabetta II non detiene un passaporto. Dal momento in cui tutti i passaporti britannici vengono emessi in nome della regina, lei non ne ha bisogno. Non le serve neppure la patente di guida, anche se sono note le sue scorribande in Range Rover in giro per le varie proprietà della corona.
  • È il primo Capo di Stato ad aver inviato un’e-mail. Il 26 marzo del 1976, la regina Elisabetta ha inviato la sua prima e-mail mentre partecipava alla presentazione della tecnologia di rete presso il Royal Signals and Radar Establishment, un centro di ricerca a Malvern, in Inghilterra. Il messaggio è stato trasmesso su Arpanet, il precursore del moderno Internet, e lei è considerata il primo Capo di Stato ad aver utilizzato la posta elettronica.
  • Un adolescente le ha sparato con una pistola a salve. Durante la sua festa di compleanno il 13 giugno del 1981, la Regina Elisabetta cavalcava in corteo nei pressi di Buckingham Palace e il 17enne Marcus Sarjeant, che idolatrava gli assassini di John F. Kennedy e John Lennon, sparò sei colpi a salve nella sua direzione. Fermato subito dalla polizia, il ragazzo avrebbe poi trascorso tre anni in un manicomio criminale. Elisabetta, nel frattempo, si è limitata a calmare il cavallo spaventato e a riprendere la parata.
  • Si è trovata uno stalker in camera da letto nel cuore della notte. Il 9 luglio 1982 un paziente psichiatrico di nome Michael Fagan, di 31 anni, ha scalato una grondaia a Buckingham Palace e si è introdotto nella camera di Elisabetta. La sovrana dormiva, e quando si è svegliata ha trovato l’uomo appollaiato sul bordo del letto, grondante sangue per un taglio che si era fatto vagando nei corridoi bui del palazzo. Elisabetta ha parlato con Fagan per almeno 10 minuti, ascoltando i suoi problemi personali e il racconto del suo rapporto con i quattro figli. Infine, un valletto si è svegliato per il chiacchiericcio e ha chiamato la sorveglianza. Si è poi scoperto che Fagan era già riuscito ad entrare nel palazzo e si era allontanato portando via una bottiglia di vino bianco del principe Carlo.