Anche quest’anno l’assessorato all’Istruzione della Regione Piemonte promuove il progetto sperimentale “Il risparmio energetico comincia dalla scuola.

Il progetto rientra fra le attività promosse allo scopo di sensibilizzare ai problemi ambientale il mondo scolastico. La partecipazione è importante: oltre 1.500 studenti prenderanno parte alla seconda edizione del progetto sperimentale, che prevede laboratori teorici e una parte pratica per la rilevazione energetica degli edifici scolastici, perché è importante che proprio la scuola sia la prima a dare l’esempio.

L’iniziativa, in prosecuzione all’esperienza dello scorso anno, cerca far capire ai bambini e ai ragazzi le conseguenze dello spreco di energia e cosa possiamo noi fare ogni giorno, da soli o con le nostre famiglie, per combatterlo.

Il progetto prevede lezioni frontali che spiegano i principi del risparmio energetico e della sostenibilità ambientale non solo come necessità di un corretto stile di vita ma anche come opportunità professionale per il loro futuro.

Quest’anno prenderanno parte al progetto “Il risparmio energetico comincia dalla scuola” studenti delle scuole elementari e medie di Mongrando, nel biellese, di Novara e Cherasco, nel cuneese, 200 studenti delle scuole elementari e medie di Torino e Vercelli che hanno già preso parte, l’anno scorso, alla prima edizione della sperimentazione.

Il progetto “Il risparmio energetico comincia dalla scuola” ha ricevuto il patrocinio dell’Enea (Agenzia nazionale per le nuove tecnologie, l’energia e lo sviluppo economico sostenibile) ed è realizzato in collaborazione con il Ministero all’Istruzione, l’Acfa (Associazione di cultura e formazione ambientale), l’APew (Agenzia per l’energia) e la Facoltà di Economia della Università di Torino.