Con buona probabilità, spesso ci siamo giurate che a noi non sarebbe successo. Con buona probabilità, spesso ci siamo ripromesse che non avrebbe avuto un senso. E, sempre con buona probabilità, spesso ci siamo ripetute di non confidare nell’amore a distanza.

Eppure… inaspettatamente è capitato anche a noi, nonostante le nostre convinzioni sul tema, ci siamo innamorate a distanza. Adesso tutto sembra perfetto con il nostro nuovo amore, se non fosse che a dividerci ci sono diversi kilometri di distanza. E quando arriva il momento di separarsi, senza rivedersi (forse) mai più, l’idea ci fa male; a questo punto ci poniamo la fatidica domanda: continuare o no una relazione a distanza?

Mantenere un rapporto a distanza si prospetta non facile, eppure non è impossibile. Ci sono alcune regole di base da seguire che possono far funzionare un amore lontano, e anche felicemente.

La prima regola può sembrare scontata, ma rappresenta un piccolo tranello nel quale è facile incappare: capire se il sentimento che ci lega al nuovo partner è profondo e va oltre l’attrazione fisica; in questo modo saremo in grado di capire se siamo disposte ad impegnare buona parte delle nostre energie in una tipologia di storia che ne richiede parecchie.

Un altro fattore importante è il ruolo giocato dalla gelosia: un pizzico può essere salutare, ma è decisamente sconsigliato farsi assalire da insicurezze e domande varie sul partner oramai tornato alla sua vita regolare, che include altre persone, attività e interessi. Se non riusciamo a dominare la gelosia, la storia può trasformarsi in un incubo che ci caricherà solo di ansie, stress e rabbia.

Una soluzione consigliabile in questo caso è quella di mantenere la mentre lucida, cercare di essere razionali e oggettive, minimizzando le situazioni che ci rendono insicure soltanto perché per noi sono nuove e sconosciute. Evitare anche di rendere il vostro partner geloso di voi è un altrettanto segno di sincero interesse e di rispetto nei confronti del vostro lui.