“Prima ti sposo, poi ti rovino”, si intitolava così il film dei fratelli Coen in cui l’avvenente Marilyn, interpretata da Catherine Zeta-Jones, collezionava matrimoni con i miliardari per poi derubarli e sparire. Quello che, invece, è accaduto in America è tutto vero e ha dell’incredibile.

Sono stati emessi, infatti, tre mandati di arresto negli stati di Washington, Texas e Nebrasca per catturare una donna. Non è una terrorista, un’omicida, una trafficante di droga o armi, no. Semplicemente, sposa gli uomini per poi derubarli fino all’ultimo centesimo.

Lei si chiama Bobbi Finley, ma le autorità americane l’hanno già soprannominata “la sposa seriale” visto che, a quando sembra, la sua lista di truffe ai danni di giovani e ignari uomini è già molto lunga.

Secondo le ultime indagini, infatti, la donna si sarebbe già sposata fra le 27 e le 39 volte. Proprio come il più attento e meticoloso dei criminali seriali, l’affascinante femme fatale utilizzerebbe, secondo gli inquirenti, sempre la stessa tecnica di seduzione e raggiro e sempre rivolta allo stesso tipo di persone.

I suoi preferiti sono i giovani militari, single e magari in partenza per una lunga missione. Ogni volta, si presenta al malcapitato con la medesima storia, quella di essere un’ereditiera, figlia di un generale, che vuole sposarsi per poter svincolare le proprie ricchezze.

Una volta sposata, però, Bobbi prosciuga i conti correnti, le carte di credito e i si impossessa dei beni immobiliari dei suoi neo mariti.

Una delle vittime della sposa seriale, il soldato Shane Cheeseman, ha sconsolatamente raccontato:

Ho incontrato Bobbi e ci siamo frequentati per qualche mese. Ci siamo sposati di lunedì e nel weekend lei era già sparita con tutti i miei soldi.

Oltre alla sua abilità nell’arte del raggiro, infatti, Bobbi Finley è una maestra anche nel far perdere le proprie tracce.