PREPARAZIONE

Pelate e lavate la carota, sbucciate la cipolla, eliminate i fili dalla costa di sedano e tagliate tutte le verdure insieme grossolanamente a tocchetti. Sgusciate i gamberi ed eliminate il filo nero intestinale e tenete da parte i gusci.

Riscaldate a fiamma bassa in una pentola antiaderente 10 g di olio extravergine d’oliva, poi aggiungete le verdure a tocchetti e fatele cuocere per qualche minuto prima di aggiungere il guscio dei gamberi.

Lasciate tostare per qualche minuto, sfumate con metà del vino bianco e aspettate che evapori; aggiungete il concentrato di pomodoro, una foglia di alloro e un rametto di timo, coprite con un litro e mezzo di acqua e portate a bollore.

Non appena l’acqua bolle abbassate la fiamma e aggiungete qualche grano di pepe nero e fate cuocere fino a quando il liquido si sarà ridotto della metà.

Accendete il forno a 180 gradi.

Pulite lo scalogno e affettatelo a velo sottile e fatelo rosolare in una casseruola con l’olio avanzato fino a quando sarà diventato trasparente, unite il riso e fatelo tostare per qualche minuto, sfumate con il vino bianco rimasto, coprite con mezzo litro di brodo e fate cuocere in forno per una ventina di minuti.

Mentre il riso cuoce, sgranate le fave e scottatele per un paio di minuti nel brodo.

In un pentolino fate sciogliere il burro con qualche rametto di timo, unite le fave, i piselli, le foglie di basilico sminuzzate e fate insaporire per qualche minuto aggiustando di sale e di pepe.

Togliete il riso dal forno e riempite otto stampini con un foro al centro, schiacciate bene con il dorso di un cucchiaio in modo da compattare bene. Rivoltate sui piatti singoli gli stampini e servite gli anelli di riso farciti con il sugo di gamberi, fave e piselli.

TEMPO DI PREPARAZIONE E COTTURA:

50 MINUTI CIRCA

PER PORZIONE:

CALORIE 220

DOSI PER 8 PERSONE

INGREDIENTI

320 g di riso tipo parboiled

24 gamberi

1 kg di fave

500 g di piselli

1 scalogno

1 cipolla

20 g di burro

1 carota

1 costa di sedano

alloro fresco in foglie

basilico

10 g di timo

1 cucchiaino di concentrato di pomodoro

125 ml di vino bianco

20 g di olio extravergine d’oliva

1/2 litro di brodo

pepe nero in grani

sale – pepe

VINI CONSIGLIATI

LISON PRAMAGGIORE PINOT GRIGIO

MONTELLO E COLLI ASOLANI PINOT GRIGIO

BARDOLINO CHIARETTO

LISON PRAMAGGIORE PINOT GRIGIO

Aree di produzione: Veneto provincia PD/VE/TV – caratteristiche: fermo abbinamento consigliato: PESCE – colore: da giallo paglierino ad ambrato con riflessi ramati – odore: delicato tipico fruttato – vitigni: pinot grigio (90%-100%) – sapore: asciutto armonico tipico asciutto – gradazione alcolica minima 11°.

MONTELLO E COLLI ASOLANI PINOT GRIGIO

Aree di produzione: Veneto provincia TV – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: PESCE – colore: giallo paglierino o ramato – odore: tipico intenso fruttato vitigni: pinot bianco (85%-100%) chardonnay e/o pinot grigio (0%-15%) – sapore: vellutato morbido armonico asciutto – gradazione alcolica minia 11°.

BARDOLINO CHIARETTO

Aree di produzione: Veneto provincia VR (zone di antica tradizione) – affinamento: fino a 2 anni caratteristiche: fermo o leggermente frizzante – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: rosa al granato con l’invecchiamento – odore: vinoso con leggero profumo delicato – vitigni: corvina veronese (35%-65%) rondinella (10%-40%) molinara (10%-20%) negrara (0-10%) eventualmente barbera e/o rossignola e/o sangiovese e/o garganega (0-10%) – sapore: asciutto sapido leggermente amarognolo armonico sottile – gradazione alcolica minima 10,5°.