Antipasti di terra per Natale: bocconcini di semolino, profumi di focolare, di cose semplici e buone

Anna Carbone 14 dicembre 2013
Tempo totale:
15 minuti
Difficoltà:
Molto facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 200 g di semolino di riso
  • 200 g di prosciutto cotto
  • 200 g di fontina affettata
  • 40 g di parmigiano grattugiato
  • 30 g di burro
  • 4 uova
  • ½ litro di latte
  • sale
  • olio per friggere

Sapori di casa, profumi di tradizioni antiche in questi semplici bocconcini fatti con semolino di riso, arricchiti da qualche fetta di prosciutto e fontina. Senza andare in creazioni scenografiche, dalla padella alla tavola, anche magari solo davanti al camino con le persone più care, ideali per la vigilia, creano veramente atmosfera queste piccole forme tondeggianti o romboidali o nella forma geometrica che maggiormente vi appaga. E, ottimo abbinamento, un vino Doc come il Riesling Italico, omonimo ma non parente del Riesling Renano, come ho avuto modo di precisare. Profumo di fritto, profumo di casa, profumo di festa. Bastano solo 15 minuti. Non solo a Natale!!!

Preparazione:

Riscaldate il latte; quando sta per bollire versate a pioggia il semolino e mescolate molto bene e lentamente per evitare la formazione di grumi.
Quando avrete ottenuto una pastina ben cotta, toglietela dal fuoco e aggiungete il burro, il parmigiano, il prosciutto e due tuorli d'uovo.
Lasciate raffreddare, poi tagliate il composto a rombi, su ogni rombo mettete il prosciutto e la fontina e ricoprite con un altro rombo per formare il bocconcino. Proseguite così fino a formare tanti bocconcini.
Poi in una ciotola battete due uova, salatele, bagnatevi dentro i rombi, da una parte e dall'altra, e infine friggeteli con olio e un pizzico di sale.

Note:

Calorie per porzione
912

Vini in alternativa

Erbaluce di Caluso (Piemonte): colore giallo paglierino con luminosi riflessi verdolini e una limpidezza brillante quando è giovane; profumo delicato e caratteristico, molto fine, che ricorda quello dei fiori di campo dall’acacia al biancospino; sapore fresco, armonico, vellutato, con eleganti note minerali, floreali e fruttate, lievemente ammandorlate. I suoi profumi vengono valorizzati se abbinati con piatti dal gusto delicato, come frittate a base di verdure, risotto alle rane oppure la zuppa canavesana, a base di cavolo cappuccio e brodo di carne.

E anche dei profumati vini friulani
Collio Goriziano Riesling

Aree di produzione: Friuli Venezia Giulia – affinamento: fino a 2 anni – caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: ANTIPASTI, PESCE – colore: giallo paglierino al dorato – odore: intenso delicato gradevole – vitigni: riesling renano (100%) – sapore: tipico aromatico asciutto – gradazione alcolica minima 11°.

Friuli Grave Bianco
Aree di produzione: Friuli Venezia Giulia provincia PD/UD - caratteristiche: fermo – abbinamento consigliato: TUTTO PASTO – colore: paglierino più o meno carico – odore: gradevole fine – vitigni: una o più varietà fra chardonnay, pinot bianco, pinot grigio, tocai friulano, sauvignon – sapore: armonico vellutato asciutto – gradazione alcolica minima 10,5°.

Photo Credit: fugzu via photopin cc

Informazioni utili