Colomba pasquale: il dolce tipico per il fine pranzo di Pasqua

Anna Carbone 10 aprile 2014
Tempo di preparazione:
1 ore
Tempo di cottura:
1 ore
Tempo totale:
2 ore
Difficoltà:
Media
Ingredienti per 8 persone:
  • 500 g di farina 00
  • 4 uova intere
  • 2 tuorli
  • 150 g di zucchero
  • 150 g di burro
  • 100 g di mandorle
  • 100 g di scorza d'arancia candita
  • 50 g di zucchero in pezzi
  • 1 bicchiere di latte
  • 25 g di lievito di birra
  • sale q.b.

La Colomba è, per tradizione, il dessert con il quale si chiude il pranzo pasquale. Un classico che, dalla prima, semplice versione con uova, farina, lievito e miele, si è arrichito via via di altri ingredienti anche in base a gusti e consuetudini locali. Questo dolce fra storia e leggenda, quindi, è passato attraverso l’ovvia evoluzione dei tempi: dalla semplicità degli inizi alle varie versioni di oggi. Io ve ne propongo una ricetta abbastanza semplice, senza farciture più o meno ricche: no a creme varie e ripieni di mascarpone, ma un fine pasto gustoso e leggero, facile da realizzare.

Preparazione:

Scottate le mandorle in acqua bollente e pelatele.
Con la metà della farina e il lievito sciolto in un po' di latte tiepido fate una pagnottina che metterete a lievitare in luogo caldo, coperta da un tovagliolo. Quando sarà aumentata del doppio unite le 4 uova intere, un tuorlo, la farina rimasta, lo zucchero, il burro, un pizzico di sale, l'arancia a pezzetti e il latte, amalgamando e lavorando bene il tutto.
Mettete ancora a lievitare sopra una placca imburrata dando alla pasta la forma di una colomba.
Pennellate la superficie con il tuorlo d'uovo rimasto e cospargete di mandorle e di zucchero in pezzi.
Quando la colomba sarà aumentata del doppio, infornatela e cuocetela per circa 1 ora a calore prima vivo, poi moderato.

Note:

La Colomba pasquale fra storia e leggenda
Le origini della Colomba pasquale sembrano risalire al medioevo, ai tempi di Alboino re dei longobardi secondo alcuni, a Federico Barbarossa secondo altri. Quali che siano le sue origini lontane, la Colomba è diventata ovunque simbolo della Pasqua, annuncio di pace e di primavera.
Passando dalla leggenda alla storia, la Colomba pasquale è nata in Italia, più precisamente in Lombardia, quando Motta, la nota azienda pasticcera lombarda, la stessa del panettone natalizio, decise di realizzare una preparazione simile al panettone ma a forma di colomba e arricchita con pasta di mandorle e glassa di zucchero. Il nuovo dolce pasquale si è via via diffuso su tutto il territorio nazionale ed oggi viene proposto anche in diverse varianti della ricetta originale con farciture varie di creme, mascarpone e canditi.
Oltre alla Colomba, numerosi sono i dolci che per questa festa vengono consumati in tutte le parti d’Italia anche con varianti regionali: dalla pastiera campana alla schiacciata toscana, dalla pigna dolce del Lazio alla scarcella e alla torta di ricotta di Puglia, dal cicilio di Sicilia alle formaggelle (le parbulas in dialetto, a base di ricotta, uova, zafferano, farina e zucchero oppure miele) di Sardegna.

Informazioni utili