I carciofi sono ortaggi pregiati usati in cucina per la realizzazione di molte ricette. Poco calorici e ricchi di sali minerali e vitamine è importante sceglierne sempre di freschi, teneri e poco spinosi. Originari della zona mediterranea ne esistono di varie qualità con forme diverse che possono essere rotonde o più allungate e dal colore verde che varia fino a diventare violaceo. I carciofi più giovani e piccolini possono essere consumati crudi dopo esser stati  finemente affettati mentre di quelli più grossi si utilizza in particolar modo  il cuore dopo aver tolto le foglie esterne più legnose. Di seguito cinque ricette facili e veloci per cucinare i carciofi.

Galleria di immagini: Carciofi: 5 ricette facili

Carciofi trifolati

Pulite 6 carciofi eliminando le foglie esterne più dure, tagliate le punte e dividiate i cuori così ottenuti in tanti spicchi. Teneteli da parte in una ciotola piena d’acqua e limone. In una padella fate insaporire alcuni cucchiai d’olio  extravergine di oliva con uno spicchio d’aglio, versate i carciofi e fate saltare a fuoco vivace per alcuni minuti. Coprite con alcuni mestoli di brodo vegetale e fate cuocere per una ventina di minuti finché la verdura non è morbida. Aggiustate di sale, spolverizzate con un cucchiaio di prezzemolo e servite caldi con un’abbondante macinata di pepe.

Carciofi fritti

Prendete 8 carciofi togliete le foglie esterne più legnose divideteli a metà ed eliminate l’eventuale barba. Prendete due piatti fondi, in uno versate 100 g di farina e nell’altro sbattete 2 uova con sale e pepe. Passate i mezzi carciofi prima nella farina e poi nell’uovo e friggeteli  in abbondante olio di arachide bollente fino a doratura. Scolateli e fate assorbire l’olio in eccesso sulla carta da cucina. Servite subito.

Caponata di carciofi

Pulite 8 carciofi e affettateli sottilmente. Versateli in una bacinella di acqua acidula e teneteli da parte. Lessate in acqua salata un gambo di sedano pulito e tagliato a tocchetti.  In un tegame largo fate stufare i carciofi in olio extravergine e poca acqua. A cottura ultimata levateli e teneteli da parte. Cuocete nella stessa pentola 3 cipolle finemente affettate e aggiungete una volta cotte il sedano, 100 g di olive nere, una manciata di pinoli, due pomodori pelati tagliati a pezzi, un cucchiaino di zucchero e mezzo bicchiere di aceto. Cuocete per una decina di minuti e aggiustate di sale. Versate il condimento sui carciofi mescolate e servite spolverizzando con poco prezzemolo tritato.

Frittata di carciofi

Prendete sei carciofi puliteli dalle foglie esterne più dure e tagliateli a piccoli spicchi.  Cuoceteli per una decina di minuti in una padella con olio extravergine d’oliva e uno spicchio d’aglio schiacciato, aggiustate di sale  e trasferiteli  in una pirofila rotonda rivestita con carta da forno. In un piatto sbattete  tre uova con 30g di parmigiano,  un cucchiaio di prezzemolo e una presa di sale. Versate  il composto sopra i carciofi e infornate a 180 °C per 15 minuti. Sfornate la frittata e fatela intiepidire prime di servirla.

Strudel di carciofi e ricotta

Pulite 4 carciofi e affettateli sottilmente. Cuoceteli i in padella per una decina di minuti con un filo d’olio extravergine di oliva, uno spicchio d’aglio e mezzo cucchiaino di maggiorana fresca. Stendete un rotolo di pasta sfoglia pronta e spalmate su tutto la superficie 200 g di ricotta dopo averla lavorata con sale, pepe e un goccio d’olio. Stendete  nel centro i carciofi e spolverizzate con 20 g di perorino grattugiato. Chiudete lo strudel senza arrotolare e sigillando bene i bordi. Spennellate la superficie con poco latte e infornate a 200 °C per 20 minuti.