Come cucinare i pomodori ai bianchetti: la ricetta e gli ingredientiUn antipasto delicato e aromatico con i bianchetti. Sapete cosa sono i bianchetti? Sono pesciolini minutissimi, le forme immature di sarde e acciughe la cui vendita è proibita negli altri mesi. Da dicembre ad aprile, con la stessa ricetta potete preparare anche i rossetti, gustosissimi, per un antipasto. Oggi faccio di più: v’insegno come potete conservare per l’inverno bianchetti e rossetti per poterne fare uso all’occorrenza. Una ricetta per iniziare il pranzo con gusto.

POMODORI AI BIANCHETTI

PREPARAZIONE

Versate in un colino a maglie fitte i bianchetti e lavateli sotto l’acqua fredda. Scolateli e versateli in una casseruola di acqua bollente salata e aromatizzata con il succo di 2 limoni. Cuoceteli in 3 minuti, scolateli e conditeli con olio extravergine d’oliva, ancora succo di limone e un trito di aglio e prezzemolo.

Tagliate una calotta a 4 pomodori maturi, svuotateli un po’ e riempiteli con i pesci. Guarnite con prezzemolo e servite a temperatura ambiente. Semplice, no?

TEMPO DI PREPARAZIONE

30 MINUTI

DOSI E INGREDIENTI

200 g di bianchetti

2 limoni

olio extravergine d’oliva q.b.

sale – prezzemolo tritato

4 pomodori maturi

Una conserva per l’inverno

LA ROSAMARINA

Lavate i kg di pesciolini (vedi sopra) e lasciateli scolare; allargateli in un piatto e mescolateli con 80 grammi di sale marino fine. Mettete il composto su un setaccio e lasciatelo sgocciolare per 24 ore.

Incorporate altri 80 g di sale, 30 g di peperoncino rosso in polvere e un pizzico di semi di finocchio.

Sistemate i pesciolini in vasi di vetro, chiudeteli con tappo a vite; conservateli nella parte meno fredda del frigorifero: la rosamarina è pronta dopo 2 mesi.

Servitela in piccole quantità, condita con olio extravergine d’oliva e spalmata su crostoni di pane tostati. Un antipasto da gourmet.

Lo sapevate che…

I bianchetti fanno parte della grande famiglia del pesce azzurro che popola i nostri mari in piccole e medie dimensioni. Un’ottima alternativa, anche economica, alla carne e agli altri cibi ad alto contenuto proteico per l’elevato apporto di principi nutritivi che sono essenziali per il nostro organismo. Sali minerali, vitamine, omega 3 fanno del pesce azzurro un ottimo alimento da assumere anche tre volte alla settimana, purché opportunamente trattato in cucina: consigliabile una cottura veloce, al cartoccio, al forno o marinato nel limone, per conservarne le qualità.

Da notare che questi pesciolini hanno diversi nomi di battesimo: gianchetti in Liguria, cicenielli a Napoli, ciacianielli a Salerno, schuma ti mari (schuma di mare) a Brindisi e via dicendo. Comunque denominati, sono gustosissimi e si prestano a ricette varie dagli antipasti ai primi piatti. I bianchetti si trovano anche nella varietà “rossetti” molto simili ai bianchetti ma pesci già adulti di dimensione molto piccola che possono essere trattati come i bianchetti: anche frittate, ad esempio, o per insaporire alcuni primi piatti a base di pesce.

Photo Credit: alice77 *:) via photopin cc