Il latte è un alimento molto importante per il nostro organismo. Può essere consumato direttamente o sotto forma di numerosi altri prodotti derivati, come la panna, che, montata o liquida, viene utilizzata per preparazioni dolci e salate, perché vi conferisce un gusto molto delicato. La panna, infatti, si presta ad arricchire di sapore carni e pesci, paste e risotti, verdure e frutta. Le torte alla panna e molte varietà di pasticceria sono golosità per tutte le stagioni. In attesa della stagione fredda, ecco a voi una parte pregiata del maiale, l’arista, che con la panna acquista in delicatezza e sapore: un arrosto robusto per robuste forchette per l’inverno ormai alle porte.

ARISTA DI MAIALE ALLA PANNA

PREPARAZIONE

Steccate l’arista con spicchi d’aglio e una decina di chiodi di garofano e ungetela, legando poi sulla carne, con un sottile filo bianco, qualche rametto di rosmarino.

Ponete l’arista in una pirofila, irroratela con olio extravergine d’oliva e mettetela in forno già caldo a 200°.

Dopo 10 minuti di cottura, voltate la carne e fatela rosolare bene da ogni lato.

Intanto battete in una ciotola un quarto di panna con un bicchiere di liquore forte (cognac, rum o grappa a seconda delle preferenze).

Quando l’arista cuoce già da mezz’ora, abbassate il forno a 170° e bagnate in un sol colpo con panna e liquore.

Proseguite la cottura per altri 30 minuti, facendo attenzione che il fondo do cottura non asciughi troppo e girando la carne di tanto in tanto. Se il sugo dovesse asciugarsi troppo aggiungete pochissima acqua tiepida.

In ultimo, regolate di sale e pepe a gusto, assaggiando il sugo.

Togliete la carne dal recipiente, passate il sugo di cottura al frullatore, affettate la carne, copritela con il sugo e passate il piatto di portata in forno prima di servire, molto caldo.

È un gustoso piatto tipico, dal sapore molto delicato.

TEMPO DI PREPARAZIONE E COTTURA:

1 ORA CIRCA

DIFFICOLTÀ:

MEDIA

PER PROZIONE:

CALORIE 650

DOSI PER 4 PERSONE

INGREDIENTI

800 g di arista di maiale

aglio

chiodi di garofano

rosmarino

1 bicchiere d’olio d’oliva extravergine

¼ di panna

1 bicchiere di liquore

sale – pepe

VINI CONSGLIATI:

ROSSO CONERO (Marche)

FRANCIACORTA (Lombardia)

Lo sapevate che…

Se volete cimentarvi a preparare in casa la panna da utilizzare per le vostre ricette, ricordate che la panna è un liquido denso che contiene molta parte del grasso del latte. Si ottiene lasciando riposare il latte fresco finché il grasso, più leggero, sale in superficie oppure potete usare una centrifuga che abbia una buona taratura. Naturalmente, serve buona pratica, altrimenti meglio acquistarla già pronta.

La panna può essere usata, come già precisato, per ricette dolci e salate. Per le ricette salate si utilizza la panna UHT da cucina, meno calorica perché a basso contenuto di grassi. Per le ricette dolci si usa la panna fresca per dolci, appunto, ovvero la panna da montare, da conservare in frigorifero ad una temperatura compresa fra 0 e 4 gradi. Questo tipo di panna è molto più calorico, in quanto contiene il 35% di grassi, rispetto al 25% della panna da cucina, cui vanno aggiunte le calorie dello zucchero. È in commercio anche la panna vegetale, naturalmente meno calorica e con minor apporto di colesterolo. Contenendo molta parte del grasso del latte fresco, infatti, la panna è ricca di colesterolo ed è controindicata per chi ha il colesterolo in eccesso.

Come si conserva

La panna va tenuta in frigorifero a temperatura costante e al buio, ben sigillata, in quanto se esposta alla luce e al calore vi si possono sviluppare i batteri presenti nell’ambiente in cui viene prodotta o conservata. A rischio, quindi, non solo il sapore ma anche e soprattutto la salute.