Prima di iniziare facciamo una breve introduzione sulla tipologia di funghi utilizzata: lo spinarolo è un fungo che si trova in primavera sul territorio dell’Appennino Laziale, per la nostra tradizione matura il 23 Aprile, giorno di San Giorgio e infatti viene anche chiamato fungo di San Giorgio, ha un sapore forte e deciso e per alcune preparazioni è considerato persino migliore del fungo porcino.

Funghi spinaroli

Tagliate a pezzi i funghi, fate a dadini il guanciale, pelate a crudo i pomodorini e tagliateli in 4.

In una capiente padella fate rosolare l’aglio, il peperoncino e il guanciale con un paio di giri d’olio, togliete l’aglio e sfumate il vino bianco, aggiungete i pomodorini e i funghi, coprite e fate andare a fiamma media per 10 minuti circa, o fino a che i funghi non saranno cotti, se vi piace il prezzemolo questo è il momento di aggiungerlo tritato finemente, salate e pepate.

Scolate la pasta al dente e ripassatela in padella, amalgamando bene il tutto.

Servite immediatamente.

Ricetta di fettuccine con guanciale e funghi