In Franciacorta è iniziata la raccolta delle uve. Anche quest’anno i primi vigneti a raggiungere la giusta maturazione sono stati quelli localizzati sul versante esposto a Sud del Monte Orfano grazie ad un microclima più favorevole. La raccolta nei prossimi giorni si sposterà gradualmente verso est e verso nord interessando tutta la Franciacorta.

Silvano Brescianini, vicepresidente del Consorzio Franciacorta con delega tecnica, spiega: “La raccolta a temperature più fresche avvantaggia la qualità. Quest’anno i carichi produttivi in termini di numero di grappoli e pesi medi non sono elevati a causa di un brusco abbassamento delle temperature notturne durante la delicata fase della fioritura. Le stime indicano carichi medi di 80-90 quintali per ettaro di uva destinata alla produzione di Franciacorta (Chardonnay, Pinot Bianco e Pinot Nero), su una superficie rivendicata di 2.800 ettari”.

Il 2013 sarà ricordato come un anno caratterizzato da una maturazione delle uve più tardiva, che ci riporta alla ‘normalità’ dopo questi ultimi anni in cui le condizioni climatiche stagionali ci hanno costretti ad una vendemmia più precoce. Ora, quindi, la situazione per noi è più vantaggiosa perché le uve saranno raccolte alle temperature più fresche di agosto e settembre, fondamentali per l’evoluzione dei profumi e il raggiungimento del corretto equilibrio acidico.

“I primi riscontri promettono una buona annata ma, come sempre, il bilancio di questa vendemmia sarà chiaro solo fra qualche mese, quando saranno pronti i vini base. Il 2013 si prospetta in generale positivo per noi anche nelle vendite – conclude Brescianini – Ci auguriamo che il trend positivo continui”.

Si ricorda che di recente è stato presentato in Regione Lombardia l’accordo Terra della Franciacorta per tutelare e valorizzare il territorio.

Tutela del territorio della Franciacorta e valorizzazione delle sue peculiarità per uno sviluppo responsabile, coerente e sostenibile, sono gli obiettivi alla base dell’accordo “Terra della Franciacorta”, presentato presso la Sede della Regione Lombardia, di cui il Consorzio Franciacorta è partner.

L’accordo riunisce tutti i 18 comuni della Franciacorta ‘vitivinicola’ con lo scopo di costruire un modello di sviluppo del territorio, attraverso una nuova forma di aggregazione sovracomunale volta a riprogettare, in piena condivisione, il territorio.

Per chi ama il buon vino italiano, per chi adora vivere il giorno della vendemmia come un’occasione di festa anche se di dura fatica per gli addettti ai lavori, la vendemmia rappresenta un’ottima occasione per il turismo gastroenologioco così caro alla gente di casa nostra che non ha dimenticato le antiche tradizioni e anche per i giovani che amano rivivere in prima persona i favolosi racconti della vendemmia raccontati dai loro nonni.

Per informazioni

Consorzio per la tutela del Franciacorta

Via G. Verdi 53 – 25030 Erbusco (Bs)

Tel.+39 030 7760477

Fax. +39 030 7760467

info@franciacorta.net

Photo Credit: candido33 via photopin