Gnocchetti al forno con carciofi e straccetti di pollo alle erbe

Anna Carbone 23 gennaio 2013
Tempo totale:
50 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 3 carciofi
  • 2 petti di pollo
  • sale – pepe
  • rosmarino – salvia – aglio
  • burro - olio
  • formaggio grattugiato
  • 300 g. gnocchetti di semola
  • 1 limone - 1 dado

Questo piatto è un mix di proteine animali e vegetali, una vera e propria ricetta da chef. I tempi non sono molto lunghi, il risultato è un piatto completo grazie anche agli straccetti di petto di pollo rosolati con olio, aglio, rosmarino, salvia. Un vero tocco d’autore per un primo piatto stellato.

Preparazione:

Pulite accuratamente i carciofi, togliendo le foglie più dure e le spine, tagliateli in sottili fettine e passateli in acqua acidula con il limone. In una larga padella fate sciogliere un pezzetto di burro, aggiungete tre cucchiai di olio e quando comincia a soffriggere, unite i carciofi ben sgocciolati.

Salate, pepate e coprite con un coperchio abbassando la fiamma al minimo; controllate ogni tanto la cottura e se dovessero asciugarsi troppo aggiungete una mezza tazza di acqua calda. Mentre cuociono i carciofi, pulite i petti di pollo, tagliateli a pezzetti e fateli rosolare in un tegame con olio, aglio, rosmarino, salvia. Quando saranno ben rosolati, salate e pepate e proseguite la cottura bagnando con un po' d'acqua e dado.

Quando i petti di pollo e i carciofi saranno cotti (dopo 45 minuti), ponete sul fuoco una casseruola con abbondante acqua salata, portate a bollore e fate cuocere, al dente, gli gnocchetti. Scolate bene la pasta e conditela con i carciofi e il pollo, mescolate e versate in una teglia da forno.

Cospargete la superficie con fiocchetti di burro e formaggio grattugiato. Passate la teglia in forno e fate cuocere a calore vivo per circa quindici minuti, finché la superficie sarà dorata.

Note:

I VINI CONSIGLIATI:
CHIANTI DEI COLLI ARETINI (Toscana)

Viene prodotto in tre distinte zone dei colli aretini (Arezzo e dintorni), consigliato come vino da fine da pasto o con antipasti di salumi, arrosti di carni bianche e rosse, fino ai formaggi anche piccanti (servire a 18/20°). Ed ecco le caratteristiche: colore rosso rubino assai vivo; profumo lievemente aromatico; sapore asciutto, ampio e vinoso; gradazione alcolica 12,5/13°.

CASTEL DEL MONTE ROSSO O ROSATO (Puglia)
Il tipo rosato viene abbinato soprattutto nel meridione con piatti della cucina pugliese a base di antipasti di pesce e antipasti freddi, crostacei vari, anguilla, carni bianche e rosse alla griglia, braciole alla meridionale (con salsine). Il tipo rosso, di colore rubino intenso (ma con le stesse caratteristiche del rosato per profumo vinoso gradevole, sapore asciutto, gradazione 11,5/12,5°). Accompagna lessi, umidi, stracotti, brasati.

CHIANTI (montespertoli/rufina)
Aree di produzione: Toscana zona del Chianti - obbligatorio fino al 1 giugno dopo la vendemmia quindi fino a 5 anni - caratteristiche: fermo - abbinamento consigliato: TUTTO PASTO, CARNI BIANCHE - colore: rubino vivace al granato con l'invecchiamento - odore: intensamente vinoso con profumo di mammola fine con l'invecchiamento - vitigni: sangiovese (75%-100%) canaiolo ( 0-10%) trebbiano toscano e/o malvasia del chianti (0-10%) altre (0-10%) - sapore: asciutto armonio sapido leggermente tannico asciutto - gradazione alcolica minima 12°.

408 CALORIE  PER PORZIONE
photo credit: dwarfadam via photopin cc
http://www.ricettepercucinare.com

Informazioni utili