Ogni giorno pubblichiamo alcune ricette, le quali, molto spesso, hanno come ingrediente il pomodoro.

Ma quanti sanno quali e quanti sono le tipologie di pomodoro?

Si tratta di una domanda non banale e certo, per chi ha a che fare ogni giorno con la cucina, è un’ignoranza da colmare.

Di seguito provo a elencare i principali, seguiti da breve descrizione e, dove possibile, da foto.

Ciliegino: aspetto a ciliegia (appunto), il grappolo è a spina di pesce, i frutti sono tondi, lisci e un bel colore rosso. È dolce e succoso. Si usa sia cotto per sughi che a crudo per insalate e bruschette.

pomodoro ciliegino

Tondo Liscio: piccolo e rotondo, di colore verde scuro, molto sodi e da un sapore molto forte e solitamente aspro.

pomodoro tondo liscio

A Grappolo o Ramato: può essere verde o rosso. Tondo, liscio, dal colore brillante e attraente, con il colletto verde molto scuro. Molto saporito, ideale per sughi.

pomodoro a grappolo

Costoluto: frutto di grandi dimensioni, dalle coste marcate, di colore verde molto scuro e brillante, ideale per insalate, ma anche ripieno.

pomodoro costoluto

Vesuviano: direttamente dalle pendici del Vesuvio, pomodori ottimi per sugo, ma anche a crudo.

pomodoro vesuviano

Cuore di Bue: pomodoro molto polposo e sodo, da insalate.

pomodoro cuore di bue

San marzano: Il classico da sugo, di forma allungata.

pomodoro san marzano

Camone Sardo: Ottimo per insalate, piccolo e saporito, con il bordo superiore tendente al verde

camone sardo pomodoro

Datterini: piccoli pomodori rossi, simili ai ciliegini, ma leggermente più piccoli e di forma più allungata, come i datteri appunto.

pomodori datterini