Insalata preziosa: ricetta con riso, salmone e gamberetti

Anna Carbone 24 gennaio 2013
Tempo totale:
45 minuti
Difficoltà:
Facile
Ingredienti per 4 persone:
  • 300 gr. di riso
  • ½ cipolla
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • ½ litro di brodo di carne
  • 60 gr di prosciutto cotto
  • 60 gr di salmone affumicato
  • 60 gr di lingua salmistrata
  • 60 gr di gamberetti
  • ½ bicchiere di olio
  • 1 cucchiaio di aceto
  • 1 cucchiaio di vodka
  • ½ limone
  • 1 cucchiaio di caviale
  • pepe bianco

Quest’antipasto è una vera ricetta da gourmet. Il riso in bianco fa solo da tappeto ai tanti ingredienti diversi che rendono preziosa questa insalata sui generis. Non lasciatevi ingannare dal caviale che ve la fa sembrare costosa. Potete farne a meno. Il vero gusto nasce da tutti gli altri ingredienti, uniti da quel pizzico di vodka che dà un tocco in più.

Preparazione:

Preparate un soffritto con l'olio e la cipolla; quando sarà ben dorata, versateci il riso e spruzzatelo con il vino bianco che lascerete evaporare. A parte avrete preparato circa mezzo litro di brodo. Versatelo bollente sul riso e passate in forno per dieci minuti; fate raffreddare e scolate.

Tagliate a dadini il prosciutto, il salmone affumicato e la lingua salmistrata. Sgusciate i gamberetti e fateli lessare, sminuzzateli e uniteli agli altri ingredienti. Aggiungete il riso e mescolate. Spruzzate il composto con il succo di mezzo limone.

Condite con olio, aceto, un cucchiaio di vodka e pepe bianco. Mescolate e unite infine un cucchiaio di caviale.

Note:

I VINI CONSIGLIATI:
COLLIO GORIZIANO O COLLIO (VENEZIA GIULIA)

Derivato da un uvaggio di Ribolla gialla, Tocai e Malvasia, ha un profumo brioso e un sapore asciutto, fresco e vivace, colore paglierino più o meno intenso, profumo neutro, gradazione alcolica di 11/12°. Va servito a 10° circa con piatti di pesce ed è indicato con i frutti di mare e la trota.

CASTEL TAGLIOLO (Piemonte)
Vino tipico ottenuto con uve Cortese e, in minima parte, con altre uve, si presenta con un colore giallo paglierino e ha un profumo delicato e caratteristico; il sapore è asciutto e fresco; la gradazione alcolica si aggira attorno agli 11°. Servire come vino da tutto pasto e in particolare con antipasti magri, pesci in bianco, rane, lumache e anguille. Temperatura di servizio 10/12° circa.

CERVETERI BIANCO (Lazio)
Ci troviamo, come zona di produzione, nei comuni di Civitavecchia. Tarquinia, Roma e Viterbo. Il colore è giallo paglierino, profumo accentuato, sapore asciutto e leggermente abboccato, armonico, pieno (con un fondo leggero di amaro). La gradazione si aggira attorno agli 11,5/12,5° e va servito a 14° circa. Accompagna un pasto normale ed è consigliato con il pesce.

512 CALORIE PER PORZIONE
photo credit: Dèsirèe Tonus via photopin cc
http://allrecipes.it

Informazioni utili